• Mar. Dic 6th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

UNIONE COMUNI ALTO FERRARESE E UNIONE COMUNI RENO GALLIERA: “E’ IL MOMENTO DI APRIRE UNA NUOVA PAGINA”

DiMarco Cevolani

Ago 26, 2016

comuni

«È il momento di aprire una nuova pagina». Con queste parole il sindaco di Cento Fabrizio Toselli ha salutato un nuovo raccordo attivato fra i Comuni dell’Unione Alto Ferrarese e i Comuni afferenti all’Unione Reno Galliera.

Nella mattinata di giovedì 25 agosto a Palazzo del Governatore si sono incontrati i primi cittadini di Pieve di Cento, Sergio Maccagnani, di Galliera, Anna Vergnana, di Castello d’Argile, Michele Giovannini, di Mirabello, Angela Poltronieri, di Poggio Renatico, Daniele Garuti, il vicesindaco di Bondeno, Simone Saletti, e l’assessore di Vigarano, Agnese de Michele.

Obiettivo della riunione: costituire un tavolo di lavoro, di cui Cento manterrà il coordinamento, in cui trattare di varie tematiche comuni.

«Questo appuntamento è stato molto positivo – traccia un primo bilancio Toselli -. I colleghi hanno condiviso l’idea di aprire un nuovo percorso che non veda più il Comune isolato, ma che punti al lavoro di squadra, in una visione di territorio più ampia».

Primo tema affrontato il terremoto e la ricostruzione post sisma. «Gli amministratori avranno modo di raccogliere le istanze e portarle in Regione da interlocutore unico, dunque più ‘forte’ e coerente – spiega il primo cittadino centese -. Abbiamo già affrontato diversi argomenti: il mantenimento del personale a supporto delle municipalità, la sospensione dei mutui, le casistiche rimaste ancora in sospeso. Intendiamo inoltre chiedere all’assessore regionale di poterci incontrare».

Si è discusso anche di viabilità, dal terzo ponte al collegamento fra i territori alto ferraresi e bolognesi.

«Siamo molto soddisfatti di instaurare questo nuovo rapporto – riferiscono Maccagnani, Vergnana e Giovannini -. Riteniamo la collaborazione con l’Alto Ferrarese molto utile per attivare sinergie importanti, non solo sulla ricostruzione, ma anche su questione fondamentali come viabilità e sviluppo economico».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.