• Gio. Giu 13th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

🛑Individuato un focolaio di influenza aviaria in un allevamento di galline ovaiole in provincia di Ferrara

DiComunicato AUSL FE

Ott 25, 2022

Si informa che in un allevamento di galline ovaiole situato in provincia di Ferrara è stato individuato un focolaio di influenza aviaria. Il personale veterinario del Dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl si è già attivato per le misure necessarie ad evitare il propagarsi del virus.


Nella giornata di venerdì, a seguito di un aumento di mortalità all’interno dell’allevamento, gli operatori Ausl hanno proceduto, come da protocolli, ad isolare lo stabilimento e ad effettuare campioni di materiale biologico. Questi ultimi sono stati inviati all’Istituto zooprofilattico della Lombardia e dell’Emilia-Romagna Sezione di Forlì poi, a seguito di un primo riscontro positivo, al Laboratorio Nazionale di referenza presso l’IZS delle Venezie per la tipizzazione del virus.

L’influenza aviaria è una malattia altamente contagiosa per gli avicoli e le norme di profilassi veterinaria prevedono l’abbattimento degli animali con metodi rispettosi della tutela del loro benessere e la disinfezione dei capannoni in cui sono stati allevati. Le relative operazioni stanno procedendo sotto controllo dell’Azienda USL, in collaborazione con il Servizio Veterinario della Regione.

In caso di influenza aviaria il principale fattore di rischio per l’uomo è l’esposizione in ambienti contaminati con alta carica virale circolante e a stretto contatto con gli animali infetti; non sussistono invece rischi per i consumatori attraverso il consumo di carne e di uova di pollame.

In ogni caso, come regola generale, la carne di pollame cruda e le uova devono essere sempre adeguatamente manipolate (conservate separatamente da altri cibi ed adeguatamente cotte) ed è buona norma lavarsi le mani e lavare gli utensili dopo il contatto con questi cibi crudi: queste sono norme sempre valide indipendentemente dalla presenza o meno di questa malattia.