‘Il figlio del boia’ di Katia Brentani’ – Stasera la rassegna ‘Incontri con gli autori’ affronta il tema della ‘morte di Stato … con sorpresa!’

Visite: 179

 

katia e giulianoStasera alle 21 in sala Pannini a Cento il quarto appuntamento della rassegna ‘Incontri con gli autori’ del Circolo della Stampa ‘G. Pederiali’ di Cento affronta il delicato tema della ‘morte di Stato’ con il romanzo di Katia Brentani: ‘Il figlio del boia’. “Una serata – annuncia il Presidente del sodalizio centese Giuliano Monari – di grande livello letterario, che riserverà anche una graditissima sorpresa ‘scenografica e culinaria’ al pubblico che verrà il Sala consigliare di Casa Pannini alle 21 di questa sera”. Il romanzo è ambientato in Francia nel periodo della pena capitale. Il protagonista è Bastian, figlio di Clément Vailant, boia del paese e Rosa Picone. Bastian il cui destino sembra segnato. Figlio di boia, il mestiere gli verrà tramandato dal padre. Mestiere infamante per la gente “perbene”, la stessa che assiste alle esecuzioni incitando alla violenza. Fin da piccolo Bastian subisce le angherie dei compagni di scuola che cessano solo in prossimità delle esecuzioni capitali. L’unico suo conforto è l’affetto della madre Rosa che sogna per il figlio un destino diverso da quello a cui sembra destinato. Bastian a sette anni ha già imparato a mentire per proteggere la madre, troppo fragile per affrontare la realtà. La rabbia cova nel cuore del piccolo Bastian che giura a se stesso che non farà mai il mestiere del padre, anche se il destino non sembra lasciargli nessuna possibilità di scelta. Adolescente viene accompagnato dal padre alla Maison Mimì, una casa d’appuntamento dove conosce Lavinie, una prostituta, una “diversa” come lui. Fra loro nasce una solida amicizia che durerà negli anni. Bastian lotta con tutte le sue forze per non fare il boia. Un giorno mentre lavora… Naturalmente la serata sarà trasmessa in diretta streaming sul canale del Circolo della Stampa di Cento (www.circolostampacento.it).

Share Button

Share

Lascia un commento