UN ALTRO GUERCINO TORNA A CENTO DA SASSUOLO

Dal Palazzo Ducale di Sassuolo, dove sono custodite le opere d’arte salvate da chiese e musei distrutti o danneggiati dal terremoto, è tornato sul territorio mercoledì 11 ottobre un altro dipinto di Giovanni Francesco Barbieri, il Guercino.

La ‘Madonna col bambino in trono e i Santi’ ha trovato collocazione nella Pinacoteca di San Lorenzo.

Si tratta di un’opera giovanile del maestro del Barocco, datata 1612 e commissionata dalla chiesa renazzese, dove è rimasta fino al sisma. Torna a Cento 51 anni dopo l’esposizione che nel 1966, in occasione sul suo restauro, l’aveva vista protagonista in città: unica circostanza in cui è stata spostata da San Sebastiano, prima dei fatti del maggio 2012.

Questa operazione è stata possibile grazie alla collaborazione di don Ivo Cevenini, parroco di Renazzo, che ha acconsentito al prestito della ‘Madonna col bambino in trono e i Santi’,  ora e anche per l’importante evento ‘Cento, la città del Guercino’, programmato dal 24 marzo al 30 giugno prossimi. Proprio la grande iniziativa artistica e culturale 2018 sarà la sede per presentare inedite notizie di carattere scientifico proprio su questo dipinto: la figura di Santo Bovo infatti, attribuita agli allievi della scuole del Guercino in virtù di diversi elementi caratterizzati da una certa rigidità, sarebbe invece frutto del tratto del maestro, sottoposta però a restauri settecenteschi.

Nell’attuale allestimento di San Lorenzo hanno trovato posto, grazie a don Ivo e a don Stefano Guizzardi, parroco di San Biagio, ‘La preghiera di San Carlo’ e ‘San Pancrazio e Santa Chiara’.

FacebookTwitterGoogle+FlipboardLinkedInWhatsAppLineGoogle GmailBlogger PostEvernoteCondividi