GRANDE AFFLUENZA ALLA MOSTRA SULLA SCUOLA

Grande successo di affluenza e di gradimento per le due mostre ‘In punta di penna. Memorie e immagini delle istituzioni educative centesi’, a cura di Mariateresa Alberti e Tonino Tirini, e ‘Non è mai troppo tardi. Alberto Manzi storia di un maestro’, realizzata dal Centro Alberto Manzi di Bologna.
La ricostruzione di un secolo della vita sui banchi a partire dal 1859, attraverso immagini d’epoca delle scuole centesi e materiali didattici ormai introvabili, ha registrato durante i cinque giorni della Fiera oltre 2.200 persone che hanno firmato il registro dei visitatori.
«Ci avevamo creduto molto, ma il risultato è andato oltre ogni più ottimistica aspettativa – afferma l’assessore ai Servizi Bibliotecari Mariacristina Barbieri -. Abbiamo inviato uno specifico invito ai dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado e ci aspettiamo, con l’inizio della scuola, una risposta importante. Un grazie di cuore ai curatori della mostra e a tutti quanti hanno collaborato lavorando, anche fisicamente, alla realizzazione di questo progetto».
L’esposizione, con il suo straordinario mondo di fotografie, abbecedari, cannucce, pennini, sussidiari, banchi, lavagne, calamai e inchiostri, rimarrà fino al 21 ottobre alla Rocca.

Share Button

Share