CENTO: Le minoranze tutte chiedono che venga nominato un assessore alla Cultura

Ordine del giorno per la tutela della cultura cittadina e la valorizzazione culturale della città e delle sue figure d’eccellenza

 

CONSIDERATO CHE

Cento è da sempre città d’arte e di cultura, terra che ha dato i natali ad importanti figure che hanno nei secoli portato il nome della città ad eccellere nei più vari ambiti: dalle arti sino all’imprenditoria.

Senza indulgere in un elenco che sarebbe inevitabilmente non esaustivo, a cominciare da Guercino per arrivare al genio imprenditoriale di Ferruccio Lamborghini senza dimenticare Aroldo Bonzagni Galletti o Campagnoli, i nomi meritevoli di adeguata valorizzazione culturale sono numerosi.

 

Cento altresì si è sempre caratterizzata negli anni, da una vivace attività culturale, che ha registrato, ovviamente, momenti di maggiore e di minore efficacia, ma che ha sempre avuto al centro innanzi tutto l’orgoglio per le proprie eccellenze e si è sempre valsa della collaborazione virtuosa di un vivace numero di preziose associazioni culturali locali.

TUTTO CIÒ PREMESSO

Il Consiglio comunale di Cento

riafferma l’importanza di questa tradizione e la rilevanza che la valorizzazione delle eccellenze culturali centesi riveste nella diffusione del nome della città e, in modo sia diretto che indiretto, nella promozione turistica della medesima.

PRESO ATTO CHE

Da oltre due anni viene annunciata una grande mostra dedicata alla figura di Giovanni Francesco Barbieri detto Guercino

Che in previsione di questa mostra un numero rilevante di capolavori del Guercino stesso sono stati prestati ad una mostra che ha avuto luogo a Taverna, località della Sila, senza un particolare ritorno né in termini di numeri né di rilevanza mediatica:

Che di detta mostra non si sente più parlare e che risulta essere già ricalendarizzata due volte;

RICORDANDO CHE

mostre monotematiche sul Guercino nell’ultimo decennio sono state organizzate a Palazzo Barberini a Roma e nei musei di stato di Varsavia, Zagabria e Tokio raccogliendo complessivamente l’apprezzamento di centinaia di migliaia di visitatori

EVIDENZIANDO ALTRESÌ CHE

la figura di Feruccio Lamborghini è oggi al centro dell’attenzione mondiale anche per effetto della coda positiva di risonanza legata alle recenti celebrazioni per il Centenario della morte;

RICORDANDO CHE

il Centenario venne celebrato anche a Cento tra l’altro attraverso uno dei maggiori raduni di autovetture Lamborghini della storia italiana e che per l’occasione vennero creati due marchi territoriali (“Nel segno del toro” e “Cento Terra di motori”)

CHE a Lamborghini è dedicata una rotonda che da molti mesi versa in condizione di assoluto degrado

CHE a lamentare questo stato di cose è recentemente intervenuto anche il figlio di Ferruccio Lamborghini, il commendatori Tonino che ebbe ad esprimere una severa critica nei confronti della nostra città.

RICORDANDO CHE

da oltre due anni a Cento non è stata allestita alcuna mostra di rilevanza nazionale

CHE nel nulla è caduto il rapporto di gemellaggio culturale con la città de L’Aquila

RICHIAMANDO INCIDENTALMENTE IL FATTO CHE

da due anni sono venuti a mancare eventi culturali di richiamo sovra comunale e che sono state cancellate anche le rassegne di eventi che raccoglievano l’adesione di tanti centesi, a cominciare da quelle estive

PRENDENDO AMARAMENTE ATTO

Della china che la vita culturale cittadina ha imboccato oramai da oltre due anni

DEL FATTO CHE la cartellonistica turistica da due anni e mezzo non viene rinnovata nonostante questa amministrazione avesse ereditato le risorse di un apposito bando aggiudicato prima del suo insediamento

EVIDENZIANDO COME

la città risulti priva di ogni politica culturale e turistica

E come la sola adesione ad alcune fiere per promuovere il marchio Carnevale ossa essere cosa utile ma certo non sufficiente

TUTTO CIÒ PREMESSO

Il Consiglio comunale di cento

INVITA

il Sindaco ad individuare una figura cui affidare le deleghe alla cultura in modo da creare le condizioni per riprendere una attività che è sempre stato fiore all’occhiello per la città

e altresì

ESPRIME L’AUSPICIO

CHE ritorni in città una politica di grandi mostre,

CHE attorno alla figura del Guercino si sviluppi una progettualità di alto profilo,

CHE anche la figura di Ferruccio Lamborghini venga valorizzata come merita anche al fine di non fare perdere alla città la possibilità di beneficiare del volano turistico che si avrà con l’uscita dell’atteso film dedicato alla vita del grande imprenditore centese, come peraltro già chiesto da un recente specifico ordine del giorno sino ad oggi rimasto del tutto disatteso.

 

Il Consiglio comunale infine

RIBADISCE

l’importanza della valorizzazione del tessuto culturale cittadino che ha bisogno anche di committenza pubblica per poter seguitare a crescere.

 

Share Button

Share