CENTO: Il Gruppo consiliare del Partito Democratico non parteciperà alla Conferenza dei Capigruppo di oggi. “Convocazione con poco preavviso”

Visite: 332

Il Gruppo consiliare del Partito Democratico non parteciperà alla Conferenza dei Capigruppo di oggi.
La scelta, ovviamente sofferta, rappresenta in primo luogo una – ennesima – manifestazione di disappunto per una convocazione arrivata con poco più di 24 ore di preavviso.
Ma soprattutto l’assenza è dettata dalla volontà di non partecipare a “sceneggiate dall’esclusivo fine mediatico”.
Se il Sindaco avesse voluto davvero svolgere il ruolo che gli è naturale, quale coordinatore dell’impegno delle istituzioni locali sui grandi temi che coinvolgono la Città, le occasioni in questi due anni e mezzo non gli sarebbero mancate.
Invece, il Sindaco Toselli sceglie di venir meno ai suoi doveri, prima con una personalistica ed irresponsabile gestione del ruolo del Comune di Cento nella vicenda della vendita di CaRiCento Spa e prima ancora e di nuovo adesso dinanzi ai timori per il recente passato il presente ed il futuro di una azienda imprescindibile per Cento come VM Motori.
Mentre un ordine del giorno presentato dal PD giace da anni come “lettera morta” (nonostante fosse stato approvato dal Consiglio comunale), il Sindaco ha da troppo tempo tenuto la testa sotto la sabbia facendosi protagonista di rassicurazioni tanto “vuote” quando fondate sull’assenza di vere informazioni che hanno fatto sentire i lavoratori di VM del tutto abbandonati dall’istituzione che dovrebbe essere più prossima.
Ora il coinvolgimento dei Capigruppo avviene ancora una volta dopo che il Sindaco (con fotografo al seguito!) ha incontrato “da solo” i sindacati.
Toselli adesso dice che intende “riferire ai Capigruppo”…
Meglio sarebbe stato costituire una delegazione trasversale ed aprire unitariamente un ragionamento con tutti gli interlocutori possibili. Come è stato del resto inutilmente proposto.
Arrivato a questo punto il Partito Democratico non riconosce al momento il sindaco Toselli quale interlocutore credibile per questa vicenda.
Troppi sono gli esempi che hanno reso del tutto inaffidabile la sua figura.

Ennesima gravissima prova è appena giunta relativamente alla vicenda CMV Energia nella quale le rassicurazioni di “massimo coinvolgimento e confronto delle istituzioni locali” avute da Toselli sono andate a “sbattere” contro gli annunci unilaterali che sono arrivati da Hera.
Anche in questo caso il futuro di due patrimoni della Comunità e di tanti lavoratori è stato deciso senza alcun rispetto per il Consiglio comunale e senza che sia stato mostrato neppure lo “straccio” di un piano industriale.
Per tutti questi motivi, a pochi giorni da un Consiglio comunale con tanti punti all’ordine del giorno ma senza alcun contenuto né strategico né programmatorio, davanti all’evidente arroganza di una Amministrazione che crede di poter nascondere, evitando il confronto, la propria totale inadeguatezza, il PD sceglie di non prestarsi a fare da “figurante” ad una “farsa” che sta divenendo oramai sempre più desolante.
Il Gruppo seguirà con la consueta attenzione la vicenda VM così come tutte le altre situazioni che possono condizionare il futuro della nostra Comunità.
Lo farà di concerto con i rappresentanti PD in ogni altra istituzione e senza chiudersi al confronto con chiunque voglia dialogare su una base di serietà.
Compresa l’Amministrazione comunale se decidesse finalmente di rinunciare ai continui vuoti annunci e a cominciare a ragionare su cosa sta realmente accadendo al nostro territorio.

Share Button

Share