Visite: 322

PARTECIPANZA: PARTECIPANZA ATTIVA COMUNICA I RISULTATI DEL VOTO

Riceviamo da Partecipanza Attiva – Ora senza perdere tempo serve formare un governo per la divisione, lo statuto fornisce precise indicazioni, per cui oltre al presidente ed a sei magistrati, tra cui il vice presidente devono essere eletti 6 consiglieri in qualità di Assunti in ragione della prossima divisone. Pertanto, un governo compiutamente funzionale dell’ente necessiterebbe di almeno 13 consiglieri.

Domenica 5 maggio 2019, alle ore 20, si sono chiusi i quattro seggi nei quali 1531 capisti, dei 2767 iscritti, hanno votato per il rinnovo del Consiglio della Partecipanza Agraria di Cento.
Gli elettori sono stati il 55,33% degli aventi diritto al voto, una percentuale pressoché identica a quella del 2015, nonostante una giornata con pessime condizioni meteorologiche.
La lista PARTECIPANZA ATTIVA ha ottenuto 284 voti e l’elezione di 3 consiglieri su 18.
Percentualmente si tratta del 19,16%, rispetto al 12,29 % del 2015, con un incremento di quasi il 7% , di 100 voti (pari a +65%) ed un consigliere in più.
Il seggio N.2, quello dei residenti fuori dal comune di Cento, ha riservato a PARTECIPANZA ATTIVA un vero successo, dove la lista si è affermata come la più votata con il 34,40%, rispetto al 12,05% del 2015, con un incremento di oltre il 22%, passando da 27 a 86 voti (+314%). I candidati della lista PARTECIPANZA ATTIVA si sono segnalati tra i consiglieri che hanno ottenuto i migliori numeri di preferenze personali.
Infatti, Alessandro Tassinari ha ottenuto 98 preferenze, Mirco Gallerani 86 e Renato Minelli 75; primo dei non eletti Francesco Ferioli con 56 preferenze personali.
Resta il rimpianto di non avere ottenuto un quarto consigliere per un solo punto di quoziente.
Ora sono aperte le consultazioni tra le cinque liste che hanno partecipato alla competizione elettorale per la formazione del governo dell’Ente, che hanno i seguenti consiglieri:
LA CASA DEL PARTECIPANTE 6; FAMIGLIE PARTECIPANTI 4; PARTECIPANZA ATTIVA 3; PRIMA DI TUTTO LA DIVISIONE 3; PARTECIPANZA AUTONOMA 2.
Il governo detto “Magistarura”, sarà composto da un Presidente e sei Magistrati, tra cui un vice presidente, e dovrà essere sostenuto da una maggioranza di almeno 10 consiglieri.
Qualunque sarà l’esito delle consultazioni, gli eletti di PARTECIPANZA ATTIVA si impegnano a promuovere i punti nobili del proprio programma, ponendo al primo posto l’eliminazione di ogni discriminazione tra uomo e donna all’interno dell’Ente.
Inoltre, per dare continuità all’attività culturale ed informativa, il delegato di lista Marco Rabboni ha promosso la nascita di una associazione culturale denominata appunto “Partecipanza Attiva”, che sosterrà l’attività degli eletti nel consiglio della Partecipanza.

Share Button

Share

Lascia un commento