CENTO: Passerella sul ponte Vecchio inagibile, chiusa in attesa di sistemazione, ai pedoni transito consentito solo in presenza della Municipale

Visite: 849

Con una ordinanza contingibile urgente si disporrà che la passerella ciclopedonale di Ponte Vecchio non sia riaperta dopo la chiusura legata alla piena del fiume Reno e all’allerta rossa, poi arancione, emessa dall’Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile della Regione.

La prescrizione è dovuta a una decadenza della struttura, che si è recentemente registrata.

Nell’ambito della verifica complessiva dei ponti del territorio si era ritenuto di sottoporre la passerella a una valutazione, da cui era emersa la necessità di realizzare un’opera provvisionale, in attesa di un intervento di miglioramento sismico. Tra il 22 dicembre 2017 e il 5 gennaio 2018 è stata realizzate la messa in sicurezza, che ha consentito di ripristinare temporaneamente le condizioni di sicurezza. Successivamente è stato attivato un monitoraggio, strumentale e topografico, di carattere strutturale in continuo, per verificare le condizioni statiche. Nel frattempo sono state disposte delle analisi approfondite del legno, a sostegno della redazione del progetto di riqualificazione, a fronte dello studio di fattibilità tecnico economica già elaborato dall’ufficio tecnico centese.

Dopo una prima relazione, una seconda è arrivata ora: riferisce che il legno ha modificato le proprie condizioni a causa di un violento attacco di più elementi, ovvero tre tipologie di microrganismi, che rendono il materiale inadeguato a garantire la fruizione in sicurezza.

Dunque si è decisa la chiusura, rispetto alla quale sarà studiata una viabilità che possa ridurre quanto più possibile il disagio. “Una decisione di buonsenso – spiega il sindaco Fabrizio Toselli – che pone inderogabilmente la sicurezza al primo posto. Si proseguirà intanto l’impegno per arrivare quanto più rapidamente alla progettazione e all’intervento definitivo, che dovrà tenere conto delle nuove condizioni emerse. Chiederò all’ufficio di accelerare quanto più possibile, mettendo in campo una operazione del tutto simile a quella di Ponte Nuovo”.

Il tutto in sinergia con il Comune di Pieve di Cento, “a cui chiediamo collaborazione, evitando di fare campagna elettorale a spese di Cento”.

In attesa del via libera da parte degli Organismi competenti per la realizzazione di una corsia preferenziale per i pedoni, intanto, in via precauzionale, il transito degli stessi è consentito solo in presenza degli agenti della Polizia municipale di Cento o di Pieve di Cento; questo provvedimento si è reso necessario per consentire ai pedoni di attraversare il ponte Vecchio in piena sicurezza.

Share Button

Share

Lascia un commento