CENTO: Inaugurata l’esposizione di trattori e attrezzature agricole

Visite: 360

Inaugurata oggi l’esposizione di trattori e attrezzature agricole costruite nel territorio centese, realizzato presso la sede dell’azienda Merighi. La passione di Agostino è evidente nella cura dei dettagli e nella grande partecipazione a questa iniziativa

INAUGURATA LA COLLEZIONE DI AGOSTINO MERIGHI

È stata inaugurata sabato 5 ottobre, l’esposizione di trattori e attrezzature costruite nel territorio centese, che nasce dalla grande passione dell’imprenditore Agostino Merighi per la sua città e le sue origini. Il partecipatissimo taglio del nastro nella sede di via Stradellazzo 3 a Cento.

«Questo progetto – ha affermato il vicesindaco Simone Maccaferri – nasce dalla collaborazione fra la famiglia Merighi e il Comune. È stato necessario superare diverse vicissitudini burocratiche, ma siamo giunti all’apertura di questa collezione, che rappresenta un vanto per il territorio comunale: un modo per conoscere la storia di Cento».

La collezione testimonia il passaggio dall’aratura con i buoi allo sviluppo industriale centese: i primi trattori costruiti a Cento da Ferruccio Lamborghini, le attrezzature, le macchine agricole e i trattori realizzati da geniali imprenditori e artigiani locali, oltre a una raccolta di attrezzi e macchine per spiegare e illustrare la lavorazione della canapa.

«Questo luogo – ha illustrato Agostino Merighi – nasce dai ricordi della mia infanzia, che poi ho voluto raccogliere. Ho iniziato dal DL 25 Lamborghini sul quale all’età di 9 anni avevo fatto un giro durante il taglio della canapa, quindi ho proseguito con il cingolino DL 30C, su cui lavoravo a 11 anni: era una macchina talmente bella che non scendevo nemmeno per mangiare a mezzogiorno, ci pranzavo sopra. In seguito sono arrivate tutte le altre: il primo Carioca 48 costruito da Lamborghini e tutti i suoi successivi, prima del trasferimento a Pieve. E ancora le macchine Benazzi e Nannini, come il primo esperimento del 1957 dell’ingegner Bonfiglioli che sostituiva l’attrezzatura da taglio manuale e che nacque a Cento».

Una ventina di mezzi che rappresentano la storia trattoristica centese, oltre allo spazio dedicato alla storia della canapa, cui la famiglia Merighi è strettamente legata. E diverse curiosità come l’autocarro Morisi utilizzato anche nella riprese del film su Lamborghini.

«Da tempo avevo in animo di realizzare questa collezione e l’accordo con l’Amministrazione comunale consentirà di aprirla anche a tutti coloro che volessero visitarla». Primi ospiti gli appassionati del raduno di auto storiche e Ferrari a cura delle Scuderie Ferrari Club di Cento di domenica 6 ottobre.

Share Button

Share