FERRARA: Chiuso dalla Polizia di Stato un minimarket in via Armari

Visite: 175


L’art. 100 T.U.L.P.S. è stato disposto dal Questore

per la somministrazione di alcool a minori durante “Monsterland”

Per ben tre volte, nei confronti dei precedenti gestori, l’esercizio è stato oggetto di chiusura.

Alla base dell’ennesima sospensione, la vendita accertata da parte della Squadra Amministrativa della Questura di Ferrara di due bottiglie in vetro di birra con gradazione alcolica 8,3 vol. a due minori classe 2003, (tra l’altro senza emettere regolare scontrino fiscale) e di un superalcolico con gradazione 28 vol. ad un minore classe 2002.

Circostanza questa verificata direttamente dai poliziotti ma confermata anche dalle testimonianze degli stessi ragazzi, avvalorando la poca attenzione del locale alla verifica della maggiore età degli avventori ai quali non era stato richiesto alcun documento.

Non è bastato che gli operatori di Polizia elevassero le relative contestazioni amministrative in ordine all’illecita vendita, perché nella stessa serata, a distanza di poche ore tornando presso il minimarket gli stessi Agenti potevano rilevare che il titolare della SCIA stava completando una vendita di due bottiglie di vino in vetro a due clienti presenti all’interno del minimarket, nonostante il divieto previsto dal Regolamento Comunale Città di Ferrara che all’art. 46 cc. 1 e 5 non consente, dopo le ore 21.30, la vendita per asporto di ogni bevanda in contenitori di vetro o rigidi.

L’esercizio resterà chiuso per 30 giorni.

Share Button

Share

Lascia un commento