La Terra al Perielio: raggiunta il 5 gennaio la minima distanza dal Sole

Visite: 284

Proprio in questi minuti la Terra sta raggiungendo la minima distanza dal Sole, ovvero il punto più vicino alla nostra stella lungo l’orbita ellittica. Per molti potrebbe sembrare un discorso paradossale, ma l punto di massima vicinanza al Sole è stato raggiunto proprio oggi 5 gennaio, nel cuore dell’inverno. Come spiega molto bene nel suo articolo Raffaele Laricchia di ILMETEO.NET.

Il punto di minima distanza viene chiamato Perielio e dista 147,1 milioni di chilometri dal Sole. La massima distanza, invece, viene denominata Afelio e sarà raggiunta nei primi giorni di luglio quando il nostro pianeta disterà circa 152,1 milioni di chilometri.

Così vicini al Sole, ma siamo in inverno!

La Terra durante il suo moto di rivoluzione non è mai equidistante rispetto al Sole, come possiamo già notare dalla presenza dei punti di Afelio e Perielio che hanno distanze differenti. Tuttavia la distanza dalla nostra stella non è molto determinante per le condizioni climatiche e soprattutto l’alternanza delle stagioni.
Quindi non è paradossale trovarsi nel cuore dell’inverno mentre la Terra si trova alla minima distanza dal Sole.

La differenza, riguardo l’avvento delle varie stagioni, è determinata dall’inclinazione dell’asse terrestre. Solo in questo modo varia l’inclinazione dei raggi solari rispetto alla superficie terrestre e quindi l’aumento o la diminuzione delle ore di buio, che vanno poi ad influire sulle masse d’aria calde e fredde che si muovono sul pianeta.
Ovviamente la distanza dal Sole non è importante finchè parliamo di pochissimi milioni di chilometri! Certamente sarebbe un guaio ritrovarsi a 50 milioni di chilometri anzichè 150! 

Proprio in questi minuti la Terra sta raggiungendo la minima distanza dal Sole, ovvero il punto più vicino alla nostra stella lungo l’orbita ellittica. Per molti potrebbe sembrare un discorso paradossale, ma l punto di massima vicinanza al Sole è stato raggiunto proprio oggi 5 gennaio, nel cuore dell’inverno.

Il punto di minima distanza viene chiamato Perielio e dista 147,1 milioni di chilometri dal Sole. La massima distanza, invece, viene denominata Afelio e sarà raggiunta nei primi giorni di luglio quando il nostro pianeta disterà circa 152,1 milioni di chilometri.

Così vicini al Sole, ma siamo in inverno!

La Terra durante il suo moto di rivoluzione non è mai equidistante rispetto al Sole, come possiamo già notare dalla presenza dei punti di Afelio e Perielio che hanno distanze differenti. Tuttavia la distanza dalla nostra stella non è molto determinante per le condizioni climatiche e soprattutto l’alternanza delle stagioni.
Quindi non è paradossale trovarsi nel cuore dell’inverno mentre la Terra si trova alla minima distanza dal Sole.

La differenza, riguardo l’avvento delle varie stagioni, è determinata dall’inclinazione dell’asse terrestre. Solo in questo modo varia l’inclinazione dei raggi solari rispetto alla superficie terrestre e quindi l’aumento o la diminuzione delle ore di buio, che vanno poi ad influire sulle masse d’aria calde e fredde che si muovono sul pianeta.
Ovviamente la distanza dal Sole non è importante finchè parliamo di pochissimi milioni di chilometri! Certamente sarebbe un guaio ritrovarsi a 50 milioni di chilometri anzichè 150!

FONTE  www.inmeteo.net!

Share Button

Share

Lascia un commento