“PROGETTO EMOZIONE” LA MAGIA DIVENTA PASSIONE AL TEATRO TIVOLI CON ALVISI

Visite: 772


Di Laura Guizzardi – Il 28 novembre 2019 ”il Progetto Emozione” è sbarcato al Teatro Tivoli a Bologna con il cantautore Enrico Carso Alvisi. Una serata dedicata all’amore con le sue emozioni,una performance all’insegna della professionalità, con un orchestra di 12 elementi diretti dal direttore Giovanni Castello e l’audio-luci gestite dal fonico Fabio Fanuzzi. Durante lo spettacolo Alvisi ha proposto una vasta gamma di canzoni, del cantante Brasiliano Roberto Carlos, tradotte in italiano e una canzone ad impatto suggestivo e allo stesso tempo passionale di “Jesus Christ” cantata durante la serata in tre lingue: italiano, spagnolo e portoghese. L’esito del pubblico è stato positivo, con la presenza di persone che provengono anche fuori dall’Italia. Non di meno, le aspettative di Alvisi che con commozione – dice- ‘la presenza di un pubblico cosi caloroso e coinvolgente, mi porta ad essere positivo e di andare avanti con tenacia nel mio progetto che racchiude le canzoni più coinvolgenti del cantante Roberto Carlos, tradotte in italiano’. Ma questo è il primo passo del cantautore bolognese e, a distanza di mesi, mi rilascia un intervista per capire come nasce la passione per la musica spagnola, con un compagno di viaggio il “progetto Emozione” che ha preso voce il 28 novembre 2019 e approderà al Teatro Nuovo di Ferrara venerdì 24 aprile 2020. Durante l’intervista afferma:’La passione per la musica spagnola mi entra nel cuore nel 1982, quando mio padre mi porta a casa da un viaggio di lavoro in brasile, tre Lp con le musiche di Roberto Carlos’. É durante l’infanzia che la passione di Alvisi prende il sopravvento e il padre è l’artefice della sua avventura.Il cantante – afferma – ‘Papà mi regalò il mio primo walkman con le cassette dei cantanti:Frank Sinatra, Fred Bongusto e Dino Sarti un cantante bolognese’. La fortuna prende piede per Alvisi, conoscendo nella realtà il cantante Sarti che, lo prende sotto la sua ala protettrice. Si instaura un forte feeling tra i due amici che, nel 1989 debuttano alla Sala Europa di Bologna. Ma tutto doveva ancora succedere e, con l’aiuto e l’appoggio di Dino Sarti, Alvisi si trasferisce negli Stati Uniti, a Los Angeles, e per sette anni collabora con Beppe Cantarelli, arrangiatore e musicista. Questa esperienza porta ad avere un bagaglio culturale ed artistico a livelli prestigiosi,sia nei locali di Beverly Hills come “il Coffee Room” che nei teatri. Non contento del suo repertorio, decide di crearsi un immagine artistica originale:‘Ho voluto tradurre le canzoni di Roberto Carlos in Italiano come: Cena saporita, Bestia ferita, Un milione di amici ecc.. per far emozionare il pubblico italiano, perché l’amore è un sentimento forte che si deve esprimere con la musica e – aggiunge –‘la rosa è l’ultimo messaggio che porgo al mio pubblico alla fine dello spettacolo. La bellezza, l’amore e l’emozione, si chiudono in lei’. Il “Progetto Emozione” farà la sua seconda tappa al Teatro Nuovo a Ferrara, il 24 Aprile 2020 per emozionare e fare palpitare il cuore del pubblico in sala.

Share Button

Share

Lascia un commento