• Gio. Set 23rd, 2021

Il primo giornale telematico di Cento

Partito Comunista Italiano: A Cento nessun allarme sicurezza ma il Parco della Rimembranza è abbandonato a se stesso

DiMarco Cevolani

Set 13, 2021
Share

Sulla querelle del Parco della Rimembranza, uno degli argomenti caldi di questa strana campagna elettorale intervengono anche i comunisti italiani e lo fanno con una nota apparsa sulla loro pagina facebook: “A Cento siamo convinti non ci sia un vero e proprio allarme sicurezza ma certamente i cittadini percepiscono un generale clima di incertezza – tengono a precisare – che è sicuramente acuito dalla crisi che stiamo vivendo, economica, sociale e sanitaria. Si sono verificati incidenti ed episodi riprovevoli di danneggiamenti a cose e sicuramente la zona del Parco delle Rimembranze è diventata oggetto di interesse per le forze politiche che si stanno confrontando per le imminenti elezioni amministrative. Crediamo che il problema non si risolva depauperando un parco che ormai non ha più nulla da offrire ai cittadini (molti centesi lo ricordano con giochi per bambini, giostre e la fontana e la famosa “baracchina della Carla”) – affermano – quindi togliendo cespugli, panchine o chissà che altro. Anzi, il parco va arricchito per permettere alle persone di poterlo nuovamente frequentare! Il problema sicurezza è a monte (e non ci sorprende che qualcuno lo cavalchi politicamente per fare passerella in cerca di voti, generando appositamente ulteriore allarme sociale) quando si tagliano risorse alle forze dell’ordine e quando non si riesce ad applicare la legge per punire i trasgressori. Noi del Partito Comunista Italiano siamo sicuramente contro ad ogni soluzione che tenti di emulare infelici esempi di altre amministrazioni (il tragicomico “Via le panchine!”) – concludono – e invitiamo pertanto la futura amministrazione comunale a trovare soluzioni per ridare decoro e salubrità ad uno dei pochi spazi verdi di Cento.

Share

Lascia un commento