UNO SGUARDO AL CIELO. Elaborare le perdite

Visite: 351

uno sguardo sul mondo 2014Nel terremoto si fa esperienza della fine: le case crollano, l’economia è in ginocchio, i legami si spezzano a causa della perdita di alcuni cari, il senso di appartenenza e l’identità di ciascuno risultano fortemente minati.

Il Comune di Cento ha organizzato un ciclo di iniziative “Uno sguardo al cielo. Elaborare le perdite” che offrono spunti di riflessione sul senso della perdita causata da eventi cosi traumatici e sulle possibilità di elaborarla, avviando processi di ri-costruzione e ridisegnando nuovi progetti di vita. Dopo il primo incontro svoltosi il 12 maggio dal titolo “Elaborare la perdita di un figlio”, giovedì 28 maggio casa Pannini ospiterà alle ore 21 Chiara Baiamonte, psicoterapeuta, che illustrerà, attraverso proiezioni filmiche tratte da “UP” il tema “Comunicare la morte ai bambini“. I prossimi eventi sono il 31 maggio la performance artistica di Giordano Pariti dal titolo “Aquae motus” (un invito, rivolto a tutta la comunità di Cento, a scrivere o rappresentare con l’acqua le sensazioni legate ai giorni ingrati del terremoto) e il 4 giugno la presentazione del libro  “Uno sguardo al cielo. Elaborare il lutto”

 

 

Programma di “Uno sguardo al cielo. Elaborare le perdite”

Eventi di commemorazione a due anni dal terremoto

 

12 maggio ore 21.00

Casa Pannini, Corso Guercino 74

Elaborare la perdita di un figlio

con  Paola Bastianoni

 

28 maggio ore 21.00

Casa Pannini, Corso Guercino 74

Comunicare la morte ai bambini

con Chiara Baiamonte

 

31 maggio ore 16.00-19.00

Portico della Pinacoteca Civica Il Guercino, via Matteotti 16

Aquae Motus.  Installazione artistica di Giordano Pariti  

Tutta la comunità di Cento è invitata  a scrivere o rappresentare con l’acqua le sensazioni legate ai giorni ingrati del terremoto

 

4 giugno ore 21.00

Casa Pannini, Corso Guercino 74

Presentazione del libro “Uno sguardo al cielo. Elaborare il lutto”

con la partecipazione dei curatori Paolo Panizza e Paola Bastianoni, degli autori e di  Stefano Ravaioli, giornalista di Telestense
Partecipazione gratuita. Info: tel. 051/6843334 www.comune.cento.fe.it

 

 

Share Button

Share

Lascia un commento