• Mer. Dic 7th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

CENTO: ‘Progetto Centese’ sta con Diego Contri

DiGiuliano Monari

Mar 11, 2016

presentazione lista progetto centese 10 marzo 2016 renazzoÈ stata scelta una location di grande effetto, quale la storica Villa Chiarelli di Renazzo, per la presentazione della Lista Civica ‘Progetto Centese’ che sosterrà la candidatura a sindaco per il Centrodestra di Diego Contri. La presentazione della Civica è stata affidata a Emanuele Boccafoglia, che sarà portavoce del nuovo soggetto politico. Come ha spiegato lo stesso Boccafoglia “la nascita del gruppo è maturata a seguito degli ultimi, difficili anni vissuti nel territorio centese a causa del terremoto del 2012, della crisi economica, in un clima di generale incomprensione, a livello locale e nazionale, tra cittadini e istituzioni. Ciò ha portato me ed alcuni amici a dar forma ad un progetto che non si limitasse alla sterile polemica, ma a rimboccarsi le maniche per il bene del Centese. Siamo qui per costruire e non per criticare. Non intendiamo, quindi, parlare contro nessuno, ma per il territorio centese e con i cittadini”. Lo stesso portavoce ha poi spiegato agli intervenuti le ragioni e la scelta del logo del movimento civico: “il logo di Progetto Centese, con una corona di mani che si stringono l’un l’altra attorno alla rappresentazione stilizzata del territorio centese, rappresenta l’intento del nuovo gruppo che ha già esplicitato quali saranno le priorità: famiglia, lavoro, educazione, attenzione al mondo del volontariato e dello sport, la sicurezza, le frazioni e, non ultimo, il tema della sanità, che verrà affrontato con la collaborazione del dottor Gilberto Gallerani”. Diego Contri, ha ringraziato l’impegno di ‘Progetto Centese’, condividendone tutti i valori che rientreranno nel programma elettorale della coalizione che si presenterà all’appuntamento con le urne il 12 giugno. Nel direttivo ed aderenti alla lista civica sono stati annunciati: Omero Borghesani, Mirco Bianchi, Paolo Fortini, Sanzio Govoni, Nicola Frabetti, Gilberto Gallerani e Gloria Guaraldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.