• Mer. Gen 19th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

CENTO: Rapina lampo al Tabacchino di via Provenzali – Preso il rapinatore in flagranza di reato – Ferito in maniera non grave uno dei carabinieri

DiGiuliano Monari

Feb 24, 2014

rapina tabaccheria cento 24feb2014Di Giuliano Monari

E’ successo tutto con la velocità del fulmine. Alle 11,30, all’interno della Tabaccheria di via Provenzali si è presentato un 23enne italiano, F.G., nato a Caltagirone, classe 1990, residente in provincia di Bologna, censurato, con in  pugno una pistola che successivamente si è rivelata giocattolo, ha rapinato la tabaccheria scappando con un bottino di 800 euro. L’uomo è stato arrestato immediatamente da due carabinieri in servizio di vigilanza in borghese.L’uomo, brandendo l’arma, ha puntato la pistola in faccia alla titolare e si è fatto consegnare l’incasso. La titolare ha reagito urlando ed attirando l’attenzione di due militari in servizio in borghese che, capito immediatamente cosa stava accadendo, si sono messi all’inseguimento del malvivente ed in pochissimi minuti lo ammanettavano. Arrestato dunque in flagranza di reato. Un plauso ai carabinieri che si sono resi conto immediatamente di cosa stava accadendo e sono riusciti a sventare la rapina senza che nessuno si sia fatto nulla di male. Questa volta i controlli in borghese attuati dai carabinieri di Cento hanno dato esito positivo. Due agenti, proprio a quell’ora infatti, stavano effettuando il consueto controllo a piedi nelle vie del centro storico quando, allertati dalle urla della gente e vedendo un uomo che tentava di scappare via correndo a piedi, hanno realizzato immediatamente che stava succedendo qualcosa di grave. I due carabinieri con un’azione fulminea, in pochissimi secondi, sono piombati addosso all’uomo e lo hanno bloccato ed ammanettato. Il tutto è avvenuto sotto gli sguardi dei passanti che hanno osservato la scena sbigottiti e compiaciuti per l’intervento fulmineo e risolutivo dei militari dell’Arma. Uno dei due carabinieri, durante le fasi concitate dell’arresto, a causa della resistenza opposta dal malvivente, ha riportato alcune ferite ed ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso cittadino. Il militare pare che ne avrà per una quindicina di giorni. Il rapinatore era riuscito ad arraffare 800 euro che sono stati restituiti alla proprietaria. La pistola, risultata poi essere una replica di un’arma vera, priva del tappo rosso è stata posta sotto sequestro. L’arrestato, dopo le formalità di legge è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per il rito direttissimo.

tabacchino

 

Lascia un commento