• Sab. Giu 22nd, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

FABIO BERGAMINI E LUCA CARDI (LEGA): «ERRORE DI COMUNICAZIONE? SUL DISTACCO ELETTRICO DEI “CONTAINER” UTILIZZATI DA TPER, LA PEZZA DEL COMUNE E’ PEGGIO DEL BUCO…»

DiFONTE COMUNICATO STAMPA

Feb 22, 2024
Foto e video dal cielo per immagini uniche e ad altezza ‘zero’ con droni cinewoop per filmati pieni di adrenalina …

«Solo incomprensioni nella comunicazione tra le parti? Sul distacco dell’elettricità nei container utilizzati dal personale Tper, la pezza messa come giustificativo dal Comune di Cento è peggiore del buco. Chiediamo maggiore attenzione e rispetto, in futuro, per il personale del trasporto pubblico locale». Fa sentire la propria voce, la Lega, a proposito dell’incredibile fatto verificatosi nei giorni scorsi, e lo fa per voce del consigliere regionale del Carroccio, Fabio Bergamini, e del segretario locale leghista, Luca Cardi. «A quanto si apprende – dicono – solo dopo l’interessamento di Tper, l’azienda erogatrice dell’elettricità ha riferito al Comune di Cento di aver provveduto al distacco del contatore al servizio dei container di Tper. Gli stessi container utilizzati come “appoggio provvisorio”, in attesa del nuovo deposito». Resta il fatto che, nei giorni scorsi, gli autisti di Tper che effettuano le operazioni di “pre-linea”, sono rimasti al freddo e al buio. «Il Comune dice di avere ricevuto dall’azienda dell’elettricità solo una proposta unilaterale di modifica del contratto di fornitura, ma evidentemente non ci si è preoccupati di approfondire la cosa – dicono dalla Lega – anche se poi ci si è attivati per risolverla. Una questione che andrà chiarita e non può essere certo derubricata a “errore di comunicazione”». Fabio Bergamini, difatti, sta protocollando in queste ore un’interrogazione in Assemblea legislativa, per chiedere conto di questo ed altri fatti che hanno interessato di recente il trasporto pubblico locale: «Tra stazioni ferroviarie con sale d’aspetto inaccessibili, episodi di violenza contro il personale viaggiante e condizioni di lavoro sfiancanti, è arrivata l’ora di un’attenzione in più per il trasporto pubblico», conclude Bergamini.