• Gio. Lug 25th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

Il candidato sindaco Roberto Lodi della lista civica ‘Terre Unite’ incontra una delegazione di lavoratori della Manifatture Bonzagni di Dosso

DiGiuliano Monari

Mag 25, 2017

“Una situazione kafkiana”. Ha commentato così il candidato sindaco della lista civica ‘Terre Unite’, Roberto Lodi, che giovedì mattina ha incontrato una delegazione di lavoratori della Manifatture Bonzagni, assieme al sindacalista Vittorio Battaglia (Femca Cisl) e all’amministratore delegato Franco Bianchi. L’azienda, specializzata nella produzione di imballaggi flessibili, si trova attualmente in un limbo: i cancelli sono chiusi e la produzione è ferma per via della procedura fallimentare che è stata avviata alla fine dell’aprile scorso, in attesa che vengano presentate offerte concrete per l’acquisizione. Al momento, ci sono almeno 4 o 5 soggetti che hanno manifestato interesse per l’azienda che, a causa di un contenzioso che si era aperto con la vecchia proprietà, si trova in una fase di stallo. Battaglia (Femca Cisl) ha ricordato che l’attuale curatore fallimentare incaricato della procedura, durante un tavolo che si è svolto in Regione, ha chiuso le porte ad un possibile riavvio dell’attività in attesa di soluzione, e ciò rischia di ridurre il portafoglio clienti che è sempre stato ben nutrito. Perché l’azienda, pur nella difficoltà, ha tutte le carte in regola per essere appetibile e produttiva, grazie alla professionalità dei lavoratori che attendono notizie sul loro futuro. “È una situazione che ha dell’assurdo e che si verifica su un territorio che più di tutti sta pagando gli effetti della crisi economica – ha affermato Lodi, che ha voluto rendersi personalmente conto della problematica -. Ciò che è mancata in questi anni è stato un punto di riferimento nell’amministrazione comunale che potesse farsi da tramite con gli altri enti istituzionali, in particolare la Regione. Noi, attraverso i partiti di Centrodestra che ci sostengono e siedono in Regione, siamo riusciti ad avere qualche notizia in merito. Ma credo sia necessario che, chiunque andrà ad amministrare il Comune di Terre del Reno dovrà prendersi a cuore questa situazione, sollecitando l’intervento regionale. È uno dei pochi strumenti che il Comune ha a disposizione”. Lodi ha precisato che la visita non ha fine elettorale, ma bensì quello di dare visibilità ad una criticità del territorio, nell’auspicio che “quanto prima qualcuno possa farsi avanti, con una proposta concreta, garantendo il futuro produttivo e occupazionale delle Manifatture Bonzagni”.

manifatture e lodi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.