• Ven. Dic 2nd, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

“In Partecipanza Agraria di Cento è morta la democrazia”: l’attacco delle minoranze al Presidente dell’Ente

DiGiuliano Monari

Ott 29, 2016

“I consiglieri di minoranza della Partecipanza Agraria di Cento – si legge in una nota – rappresentati da Balboni Fabrizio, Balboni Valter, Bregoli Sauro,  Draghetti Flavio (presidente uscente), Fortini Vasco, Gallerani Fausto, Pirani Tiziano,  dopo molteplici battaglie in consiglio contro le decisioni antidemocratiche che questa amministrazione, condotta dal presidente Aproniano Tassinari, ha protratto per 16 mesi eliminando le commissioni, da sempre operanti ed istituite a garanzia di tutti i capisti, impedendo di fatto il controllo e la trasparenza dell’amministrazione dell’ente. Ancora una volta, il presidente respinge la richiesta di convocazione del consiglio formulata dai sette consiglieri di minoranza i quali ritengono che gli spazi per la discussione democratica  nell’ente non siano sufficienti (cinque consigli in 16 mesi)”. L’attacco arriva dai banchi delle minoranze dello storico Ente che inviano al Presidente “Aproniano Tassinari un’urgente richiesta di convocazione di un Consiglio. I consiglieri di opposizione non si sentono considerati, in questo importante momento per la Partecipanza, nel quale si stanno ponendo le basi per la Divisione ventennale dei capi (i terreni controllati dall’ente agrario) che si verificherà nel 2019. «Ci sentiamo estromessi – denunciano – dalla vita e dalla nostra funzione di controllo. Ed è per questo che chiediamo una convocazione di un Consiglio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.