• Gio. Ott 6th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

L’IPSIA f.lli Taddia si candida a diventare scuola del futuro con tecnologie 2.0 già a partire da prossimo anno

DiGiuliano Monari

Dic 13, 2013

sardini 2013

L’IPSIA f.lli Taddia si candida a diventare scuola del futuro con tecnologie 2.0 già a partire da prossimo anno. È questa in sostanza la notizia che il dirigente scolastico Andrea Sardini ha annunciato oggi alla stampa. Indubbiamente si tratta di una fortissima attrattiva verso i giovani che intendono  trovare una scuola capace di prepararli al meglio per il mondo del lavoro sempre più digitale. “Grafica e comunicazione – spiega Sardini – sarà un indirizzò nuovo, con particolare riferimento a tutti gli aspetti legati alla comunicazione e ai servizi ad essi collegati: grafica, stampa, video multimedialità, web design, fotografia, immagine e comunicazione. Quindi – chiarisce – non solo alla grafica pubblicitaria, ma un progetto più ampio sul settore comunicazione. Secondo noi, spiega Sardini, dovrebbe essere un percorso innovativo e culturalmente elevato che da la possibilità di inserirsi in settori più moderni. Questa novità si affianca, naturalmente, ai soliti indirizzi storici”. Domani, intanto, ci sarà una prima apertura pomeridiana della scuola dalle 15 alle 18. Poi la scuola aprirà il 15 e il 18 gennaio 2014. L’altra novità, che in parte é già attiva ma entrerà a pieno regime nel 2014, è l’ausilio delle tecnologie digitali come ausilio alle attività didattiche: in pratica la scuola diventerà 2.0. Si tratta di una delle sei scuole a livello Emilia Romagna che potrà fregiarsi del titolo di scuola 2.0. Si tratta di un finanziamento di circa 200.000 euro con i quali la scuola si è dotata di 17 access point per la completa copertura wifi della scuola. Tutti i servizi sono virtualizzati attraverso 4 server interconnessi. “Dopo essersi accreditati al sito della scuola – spiega il dirigente – si possono avere tutte le informazioni personali dell’allievo e tutte le informazioni e circolari della scuola. Quindi, da ora, non esiste più il registro di classe, tutto è digitale e on line.Gli aspetti di progettazione e realizzazione è curato da un docente dell’IPSIA , Cristiano Fantiati. Insomma, l’IPSIA entra appieno nell’era digitale offrendo agli studenti una struttura snella e funzionale corredata di tutte le più moderne tecnologie.

Lascia un commento