• Ven. Lug 1st, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

OSPEDALE DI CENTO: Con la nuova Tac miglioramento della performance diagnostica

DiComunicato AUSL FE

Mag 22, 2022

Dopo due anni dalla nomina, il direttore dell’Unità operativa di Radiologia dell’Ospedale di Cento, Roberto Rizzati, stila un bilancio positivo dell’attività svolta.

I risultati ottenuti sono il frutto di una riorganizzazione gestionale e del rinnovo del parco tecnologico effettuato nell’ultimo biennio.

In particolare l’implementazione tecnologica della Tac ha consentito un miglioramento della performance diagnostica associata alla possibilità di effettuare esami innovativi, con particolare sviluppo nel campo della cardiologia.

In stretta collaborazione con la Unità operativa di Cardiologia, diretta dal professor Biagio Sassone, sono state avviate sedute Tac dedicate allo studio della patologia coronarica con più di 120 indagini effettuate negli ultimi 18 mesi.

La Tac ha inoltre garantito, durante i due anni di pandemia, una adeguata valutazione dei pazienti affetti da polmonite COVID-19, nonché la possibilità di partecipare a studi clinici multicentrici nazionali che hanno portato anche alla pubblicazione di articoli su prestigiose riviste scientifiche internazionali.

Dal maggio 2021 inoltre, l’installazione della nuova apparecchiatura Risonanza Magnetica ad alto campo, ha consentito di implementare maggiormente un’offerta radiologica per lo studio RM dei diversi distretti corporei. In tale ambito spicca l’attivazione di sedute di risonanza dedicate allo studio della patologia cardiaca recentemente implementate da esami “Cardio-RM con stress farmacologico” come test funzionale per la ricerca di ischemia miocardica, esame quest’ultimo ultra-specialistico eseguito in pochi centri dell’Emilia-Romagna.

Un ulteriore campo di applicazione è rappresentato dallo studio RM multiparametrico che attualmente gioca un ruolo fondamentale nell’iter diagnostico nei pazienti con sospetto tumorale.

Dall’attivazione del servizio della nuova risonanza magnetica sono state eseguite presso la Radiologia di Cento circa 200 risonanze cardiache e 300 risonanze della prostata.

Questi risultati sono stati ottenuti grazie alla preziosa collaborazione con il comparto Medico-Tecnico-Infermieristico della Radiologia del “Santissima Annunziata”, ma soprattutto alla integrazione con alcuni specialisti provenienti dalla Radiologia dell’Ospedale del Delta, dotati di elevata e comprovata esperienza nazionale in tali settori specialistici.

L’attività radiologica ha inoltre giovato alla creazione di una rete collaborativa con i medici di medicina generale per il miglioramento della presa in carico dei pazienti oncologici e la collaborazione con diverse figure clinico-specialistiche fra cui spicca quella del dottor Luca Castagnini, direttore dell’Unità operativa di Ortopedia.

Un bilancio positivo dunque, per il quale il dottor Rizzati, non nasconde la sua soddisfazione: <<Siamo riusciti a mettere in campo una sinergia vincente tra la “nostra” e le altre radiologie ospedaliere, nonché con gli altri servizi dell’ospedale. Stiamo facendo altrettanto nei confronti della Medicina del Territorio, collegandoci sempre di più coi medici di famiglia per potenziare una presa in carico del paziente “senza interruzioni” e davvero integrata, che si declinerà sempre più anche nello sviluppo della telemedicina>>.