• Dom. Gen 23rd, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

RISULTATI DEL CONCORSO PER L’IMMAGINE DA UTILIZZARE IN OCCASIONE DELLE CELEBRAZIONI DEL 25 APRILE 2020

DiGiuliano Monari

Apr 16, 2020

-In occasione delle prossime celebrazioni del 25 Aprile, per sensibilizzare le nuove generazioni, affinché il ricordo del nostro passato recente crei nei giovani una consapevolezza e una presa di coscienza del valore della libertà di cui godiamo oggi, l’Amministrazione comunale da alcuni anni or sono, propone un progetto ai ragazzi al fine di coinvolgerli nel dare forma agli ideali connessi a questa celebrazione. In particolare vengono invitati a riflettere e ad esprimersi artisticamente attraverso la propria sensibilità e originalità, comunicando il proprio sentire di quelli che sono i valori della riconquista della libertà seguita alla lotta di resistenza.
La collaborazione con l’istituto IPSIA F.lli Taddia di Cento, vede l’istituzione di un concorso per l’individuazione di una immagine che diventerà il simbolo della Festa di Liberazione italiana, nel nostro Comune. Tra tutti i bozzetti presentati dagli alunni della scuola, viene selezionato quello che costituirà la  veste grafica di tutta la comunicazione relativa alle celebrazioni organizzate per la ricorrenza sul territorio comunale. 
Anche quest’anno, nonostante tutti i disagi connessi all’attuale emergenza sanitaria, tre classi quarta, coordinate dai docenti Annunziata Trivisone e Simone Tassinari, hanno presentato i propri elaborati, accesi dal tricolore e carichi di immagini e simboli che ricordano la lotta partigiana, il sacrificio dei combattenti ma soprattutto il tricolore.
Tutti gli elaborati hanno mostrato capacità, creatività e contenuti estremamente interessanti e coinvolgenti,  in particolar modo per la freschezza e le novità con cui le giovani generazioni sono riusciti a dar voce all’impegno di uomini e donne profuso per il proprio Paese in uno slancio di generosità in un tempo lontano, ma certamente ancora molto attuale.
Quest’anno è risultato vincitore il bozzetto realizzato dall’alunna Martina Risi della classe IV G, apprezzato per la modalità non convenzionale di trattazione del tema, per il “buon bilanciamento cromatico e per il messaggio sottostante veicolato con particolare incisività e forza espressiva anche grazie all’interessante gioco testuale-visuale della scritta alla base dell’elaborato”.
Sono stati segnalati anche i bozzetti di Lara Pevarello della classe IV C “per la modernità del lettering e l’immediatezza del messaggio basato sulla semplicità e pulizia dell’immagine” e quello di Alice Terzo della classe IV G, “per l’efficacia della scritta dominante, significativa nel contenuto e gradevolmente declinata nella forma artistica”.