• Sab. Dic 10th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Sgominata dalla Polizia di Stato la banda dei garage: In manette due moldavi sospettati di decine di colpi nelle abitazioni della provincia di Ferrara

DiGiuliano Monari

Lug 27, 2015

romeni catturatiNel numero complessivo dei furti in abitazione aumentati certamente nell’ultimo periodo, oltre il 50 % sono realizzati da quella che viene chiamata la “banda dei garage”. A ritmo impressionante, entrano in azione e svuotano in una sola notte una decina tra garage e cantine in città, portandosi via tutto soprattutto biciclette, alcune di grande pregio, poi stereo, scooter, apparecchiature di lavoro, generi alimentari. Refurtiva che sparisce in poche ora a disposizione di ricettatori locali ovvero spedita verso l’est Europa.

Gli arrestati, bloccati dal tempestivo intervento delle Volanti della Polizia di Stato chiamate da un residente della zona che aveva sentito dei rumori, erano all’opera su un garage nel condominio di Via Cattaneo ed hanno tentato di fuggire nascondendosi tra le masserizie di un altro garage, apparentemente di pertinenza di un loro connazionale e sul quale sono in corso indagini. Sono quindi sospettati di far parte della banda e di aver compiuto decine e decine di colpi. Si tratta di due cittadini moldavi: RAILESCU Petru, 22 anni, residente a Ferrara, BALAN Ion, 21 anni, senza fissa dimora.

I due moldavi, arrestati in flagranza di reato, avevano appena tentato di rubare in un garage ed erano in possesso di arnesi da scasso. Che possano essere autori di altri furti e reso evidente anche dai numerosi precedenti dei quali era gravato uno dei due BALAN Ion. Il BALAN Ion era infatti ricercato per un’associazione a delinquere finalizzata ai furti (non solo abitazioni, macchinette distributrici ed altro). A suo carico è stata eseguita una custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Venezia il 4.9.2010.

I cittadini che hanno subito furti nei garage o in casa potranno prendere contatti con la Squadra Mobile di Ferrara che sta svolgendo le indagini nel caso fossero in grado di riconoscere come autori dei furti ai loro danni i due arrestati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.