• Ven. Mag 20th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

SIGLATA UNA CONVENZIONE TRA IL GRUPPO FAVA, ASCOM E CONSORZIO CENTO IN CENTRO PER BATTERE LA CRISI

DiGiuliano Monari

Dic 7, 2013

conferenza coesione sociale baltur 6dic2013

La crisi si batte anche, e soprattutto, facendo squadra: l’unione, si sa, fa la forza. Ed ecco che scatta l’idea di fare ‘sistema’ tra aziende storiche del territorio e Associazioni di Categoria. Di questi giorni, infatti, l’atto deliberativo con il quale – ha spiegato Riccardo Fava, AD della Holding Fava – “è stato siglato un accordo fra tre realtà importanti che non ha precedenti nel nostro territorio, già siglato e già messo in pratica”.  Si tratta di una convenzione tra il Gruppo Fava, ASCOM e Consorzio Centro in Centro. La prima, una tra le più grosse e storiche realtà imprenditoriali centesi con alla guida sempre la famiglia Fava e tutti gli stabilimenti produttivi in Italia, le seconde, invece, fra le più grosse Associazioni di Categoria del territorio centese. “Esprimo una soddisfazione particolare per aver siglato questo accordo – ha rimarcato Fava -, perché ho avuto modo di definirlo con due amici di lunga data”, Stefano Fiocchi, Presidente del ‘Consorzio Cento in Centro’ e Marco Amelio, Presidente di ASCOM. Amici – ha detto ancora Fava – “che sono stati propositivi e attenti come operatori sul territorio. La loro proposta è stata dunque accolta con grande entusiasmo”. Un accordo importante per sostenere il potere d’acquisto delle famiglie: la convenzione permetterà ai 470 dipendenti degli stabilimenti centesi del Gruppo Fava (Baltur S.p.A. e Fava S.p.A.) di poter usufruire di sconti esclusivi presso i negozi ed i pubblici esercizi associati Ascom ed al consorzio commerciale “Cento in Centro”. L’iniziativa, che mira a coniugare in modo semplice ed efficace la valorizzazione del centro storico di Cento e nel contempo a difendere i redditi familiari in un momento molto complesso, è stata presentata presso la sede della Baltur S.p.A., in via Ferrarese nella città del Guercino. “Con questo recente accordo, in prossimità delle festività natalizie tradizionalmente legate alla famiglia ed allo shopping – spiega il presidente Ascom dell’Alto Ferrarese Marco Amelio – e siglato con il Gruppo Fava, una delle realtà leader del panorama industriale italiano, ci avviciniamo al tetto complessivo di quasi mille utenti convenzionati e suddivisi tra i diversi soggetti già coinvolti – gli abbonati Benedetto XIV, il Crai dipendenti CMV e i dipendenti del Gruppo Fava. Prosegue così la nostra strategia di creare una comunità di consumo, rafforzando nello stesso tempo la coesione economica e sociale di questo territorio: è ipotizzabile un significativo volume annuale di flussi economici nei confronti delle decine di nostre attività di vicinato coinvolte, senza appesantire però le tasche dei nuclei famigliari, con vantaggi esclusivi per i consumatori” commenta Amelio. Un impegno per valorizzare il tessuto sociale com’è del resto nel dna del Gruppo Fava storicamente legato al territorio, al suo sviluppo economico con particolare attenzione alla salvaguardia dell’occupazione nel distretto centese: “Ho aderito volentieri alla proposta di Marco Amelio – commenta dal canto suo Riccardo Fava, amministratore delegato e direttore generale di Baltur S.p.A. – anche perché sono già molte le convenzioni che da anni mi impegno a stipulare per favorire i dipendenti del Gruppo nelle loro spese più ricorrenti. In questa logica si inserisce anche il nuovo accordo con Ascom e il Consorzio Cento in Centro, che spero verrà apprezzato dai lavoratori in un momento così difficile per la nostra economia. Mi preme in ogni caso sottolineare – prosegue Fava, che ricopre anche l’incarico di amministratore delegato della Relfin, la holding che controlla l’intero Gruppo -che la crisi non ha avuto alcun riflesso sui livelli occupazionali e sugli organici di Baltur S.p.A. e Fava S.p.A., che anzi sono stati potenziati, e che rafforzare il potere d’acquisto di tante famiglie contribuirà a migliorare il livello di benessere nel nostro territorio”. L’accordo quadro – già operativo – sarà valido fino al 31 dicembre del 2014 e potrà essere utilizzato solo nelle attività associate ad Ascom ed al consorzio commerciale Cento in Centro, che esporranno una vetrofania appositamente realizzata per l’occasione con i Ioghi Baltur e Fava in modo tale da essere immediatamente identificabili dai dipendenti del Gruppo. Stefano Fiocchi – presidente Consorzio Cento in Centro – ha annunciato che “sono già una settantina di attività commerciali che hanno aderito ma siamo ancora in work in progress. Il fatto di essere convenzionati con un importante gruppo, ci da la possibilità di dimostrare ai tanti dipendenti la nostra professionalità e la capacità di fare una vendita ‘ad personam’: in pratica di coccolare il cliente”. Fiocchi ha spiegato che verranno applicate diverse scontistiche a seconda dell’attività”. L’augurio – ha concluso Fiocchi – “è che tutti i dipendenti del gruppo Fava ci seguano in questa iniziativa”.

Lascia un commento