• Gio. Giu 30th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

UN CONCERTO IN RICORDO DI DAVIDE MASARATI

DiGiuliano Monari

Mag 21, 2014

1Di Giuliano Monari

Cento ha dedicato un intero pomeriggio in ricordo del maestro Davide Masarati, prematuramente scomparso lo scorso anno dopo una lunga malattia. Ed è stata la musica, il suo grande amore, la vera protagonista del pomeriggio in Pandurera, quella stessa che lo ha visto Direttore artistico per lunghi anni unitamente allo sfortunato Teatro Borgatti, martoriato dal sisma del 2012. La musica che è stata la sua vita, la sua vera passione e della quale ne aveva fatto una professione che gli aveva regalato innumerevoli riconoscimenti e grande soddisfazione professionale e personale a livello nazionale ed internazionale. C’erano tutti i suoi ‘vecchi’ amici e collaboratori a ricordarlo. C’era la famiglia, la moglie Morena, le figlie Giulia e Chiara, il fratello Samuele e la sorella Sara. Per loro, il regalo più bello, pensato e organizzato dal Lions Club di Cento, in collaborazione con la Fondazione Teatro Borgatti e con il patrocinio del Comune di Cento. Il pomeriggio si è aperto con un emozionante video e una toccante lettera di Chiara Buratti dedicata a «Davide che ha lasciato una scia che si vede fino ad oltre la linea dell’orizzonte». Toccante il ricordo dell’amico Frabetti che ha ripercorso i tantimomenti di collaborazione al Borgatti. A impreziosire l’iniziativa, tra lunghi applausi, il concerto eseguito da solisti e dall’orchestra, diretta dal maestro Luisa Russo e formata dagli allievi del Conservatorio Frascobaldi di Ferrara. E a otto di loro, il 1º Premio D. Masarati, service Lions creato in memoria di «un talento messo a servizio del Lions» per sostenere i giovani musicisti più meritevoli nel percorso di studio musicale e di crescita personale. Infine le borse di studio a lui intitolate: al giovane soprano Daniela Cappiello (1º classificata); secondi ex aequo, al violino Angioletta Iannucci Cecchi e al pianoforte Nicolò Fanti; terzi classificati ex aequo, al flauto Cristina Popa e al contrabbasso Marco Tagliati. Questi, poi, i segnalati: Diana Pagotto (sassofono), Lucia Lago (violino) e Hwan Lee (tenore). In tanti hanno voluto ricordarlo, non solo come presidente e socio Lions che è stato insignito del Melvin Jones Fellow, come direttore artistico del Teatro Borgatti, insegnante del Conservatorio Frescobaldi e organista della Collegiata di San Biagio, ma anche come amico dall’illimitata umanità e generosità. Sul palco, il presidente Lions Diego Contri, l’assessore alla cultura Claudia Tassinari, il direttore del Conservatorio di Ferrara Paolo Biagini, il fratello Samuele, mentre in una platea gremita, soci e amici del Club Lions di Cento, tutto il mondo della cultura e dell’imprenditoria centese, la cappella musicale della collegiata di San Biagio, una delegazione della Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro (dove Masarati era direttore artistico), e tanti tanti altri, tra amici e musicisti che lo hanno conosciuto e apprezzato.

2

davide masarati-pic

Lascia un commento