• Ven. Lug 19th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

CENTO, ECCO LE INIZIATIVE IN OCCASIONE DELLA GIORNATA DEDICATA AL RICORDO DELLE VITTIME DELLE MAFIE

DiGiulia Borgioli

Mar 21, 2017

di Giulia Borgioli

21 Marzo: primo giorno di primavera e simbolo di rinascita. Proprio per questo, nella data di oggi, si celebra la “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie” e anche Cento, attraverso vari appuntamenti, aderisce all’iniziativa per coltivare una memoria responsabile e condivisa da cui scaturiscano impegno e giustizia quotidiani.
Primo tra questi, il ‘Pranzo della legalità’, che si svolgerà, in collaborazione con Gemos, oggi e domani, in tutte le scuole d’infanzia, primarie e secondarie di primo grado del territorio, con un menù di Libera Terra, marchio dei prodotti delle cooperative sociali che lavorano sui terreni confiscati alle organizzazioni mafiose.
In questi giorni, inoltre, la Biblioteca comunale proporrà una raccolta bibliografica dedicata a queste tematiche e rivolta a bambini, ragazzi e adulti: una buona occasione per approfondire e divulgare la conoscenza e la riflessione.
Grazie alla collaborazione tra Comune, Libera del Centopievese, Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze, Libera Radio e Centro per le Famiglie dell’Alto Ferrarese è nata persino la ‘Tombola dell’impegno e della memoria’, che si svolgerà questa mattina fino alle 12 in piazza 21 marzo in via Penzale a Cento. I ragazzi e le ragazze del CCRR e del Tavolo dei Giovani coinvolgeranno le classi delle varie scuole e la cittadinanza in una tombola disegnata sulla pavimentazione, nella quale, ad ogni combinazione vincente, sarà abbinata una lettura o una testimonianza di figure della resistenza al nazi fascismo e dell’antimafia.
Infine, giovedì 23 marzo, alle 20.45, nella sala polivalente ‘Pierpaolo Gallerani’ di Renazzo, il Comune in collaborazione con il Circolo Culturale ‘Amici del Museo di Renazzo’, Istituto Comprensivo n. 3, Libera del Centopievese, proporrà la proiezione del film “Lea” di Marco Tullio Giordana (ingresso libero).

«Dal 1996 in tutta Italia ci si ritrova in tanti luoghi per ricordare nome per nome tutti gli innocenti morti per mano delle mafie – spiega il sindaco Fabrizio Toselli -. Dallo scorso 1° marzo questa significativa consuetudine è stata ufficializzata: la Camera dei deputati ha infatti definitivamente approvato la proposta di legge che istituisce il 21 marzo quale Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie. Credo di esprime la soddisfazione di tutti nel vedere anche formalizzata un’occasione che deve essere vissuta come simbolo di un dovere morale e di un’attività quotidiana. Ogni giorno infatti dobbiamo agire a difesa della legalità, in collaborazione con le forze dell’ordine e la giustizia, facendo rete e facendo in modo che le giovani generazioni coltivino i valori dell’onestà e della cittadinanza attiva».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.