• Lun. Lug 22nd, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

CENTO: Le opposizioni sull’Aventino

DiGiuliano Monari

Lug 30, 2015

consiglieri opposizione 2015In un lungo comunicato firmato dai consiglieri di minoranza LUIGI CORVINI, LORENZO MAGAGNA, FAUSTO PARESCHI, MARCO MATTARELLI, spiegano le ragioni per cui hanno abbandonato k’aula consiliare e no hanno preso parte al consiglio comunale di ieri sera.

“Vogliamo significare la condivisione delle dichiarazioni del consigliere Mattarelli, ma riteniamo di differenziarci dal suo comportamento in quanto pensiamo che il Consiglio Comunale sia il luogo politicamente deputato a manifestare il dissenso dalle scelte operate dalla maggioranza.

 

Siamo qui a stigmatizzare un atteggiamento politicamente scorretto di questa amministrazione comunale perché, pur avendo formalmente rispettato tutti i termini tecnici di notifica delle commissioni e dei punti all’ordine del giorno, di fatto, per l’ennesima volta, non ha dato alle minoranze il tempo materiale per studiare e capire in maniera adeguata quanto viene loro chiesto di votare ( n. 18 voci).

 

All’ordine del giorno di questo consiglio comunale ci sono argomenti rilevanti che condizioneranno per anni la vita della nostra comunità.

 

In primo luogo, per esempio, si pensi che il piano di scissione della CMV (60 milioni di euro di attivo) è stato licenziato dall’azienda il 29.06.2015, dopo mesi di studi, e presentato ai capi gruppo solo in data 27/07/2015 con una esposizione verbale di circa venti minuti.

 

Con l’ultima tranche del presente piano della ricostruzione, che prevede oltre duecento nuovi alloggi e che incide su un territorio già ampiamente saturo di immobili abitativi, si è persa l’ultima occasione utile di potersi dotare di una politica urbanistica moderna.

In terzo luogo ci preme segnalare che:

–          l’assestamento di bilancio;

–          la salvaguardia degli equilibri di bilancio 2015;

–          l’ulteriore variazione di bilancio con destinazione dell’avanzo di amministrazione

sono argomenti assolutamente importanti e corposi che richiedono tempi adeguati di approfondimento e valutazione; ben più del tempo di analisi avuto durante la commissione tematica e la conferenza dei capi gruppo.

 

Infine, con riguardo all’Ente Territorio Fiera e Manifestazioni, rileviamo che continuiamo a dare respiro ad un ente nato zoppo, sotto la lente dell’ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione) e con un futuro incerto.

 

Per le ragioni sopra esposte, le minoranze consiliari, in maniera unitaria, volendo dare un segnale politico forte, dichiarano che usciranno dall’aula consigliare e non parteciperanno al Consiglio Comunale odierno”.

 

LUIGI CORVINI

 

 

LORENZO MAGAGNA

 

 

FAUSTO PARESCHI

 

 

MARCO MATTARELLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.