• Lun. Apr 22nd, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

COPPARO: Servizio coordinato con i Reparti Speciali dell’Arma

DiComando Carabinieri

Feb 20, 2024
Foto e video dal cielo per immagini uniche e ad altezza ‘zero’ con droni cinewoop per filmati pieni di adrenalina …

Giornata di controlli da parte dell’Arma dei Carabinieri nel territorio di Copparo, Riva del Po e Jolanda di Savoia, con il coinvolgimento del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Bologna e dei Carabinieri Forestali di Ferrara.

Proprio nel territorio di Jolanda di Savoia i militari dell’Arma hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria un 21enne per il reato di falsità ideologica da parte di privato. Infatti il giovane, all’atto dell’identificazione, ha esibito come documento di guida una denuncia di smarrimento della propria patente. Successivi e immediati controlli da parte degli uomini dell’Arma hanno consentito di accertare che il giovane la patente di guida non l’aveva mai neppure conseguita. Di conseguenza per lui è scattato il deferimento alla Procura per aver dichiarato il falso, denunciando come smarrita una patente di fatto inesistente, ma anche la relativa sanzione prevista dal Codice della Strada.

Nel copparese, invece, i militari della Stazione di Ambrogio, unitamente ai Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Bologna, hanno rinvenuto in un esercizio di alimentari un cospicuo quantitativo di merce scaduta ancora esibita in vendita, fatto che costituisce una violazione degli obblighi in materia di sicurezza alimentare. Per questo motivo i militari hanno comminato una sanzione amministrativa di 2000,00 € al gestore dell’attività. I controlli sono poi proseguiti per il resto della giornata, vedendo anche la collaborazione dei Carabinieri Forestali nella verifica nei confronti di alcune aziende agricole del territorio.

A Riva del Po, invece, i militari della Stazione di Ro Ferrarese hanno rintracciato e denunciato due individui responsabili di furto. I due, un 43enne e una 21enne, nella giornata di domenica scorsa si sono resi protagonisti del furto delle offerte perpetrato ai danni della parrocchia della frazione di Ro Ferrarese. Ricevuta la notizia e la denuncia, i militari della Stazione hanno prontamente fatto partire i relativi accertamenti, risalendo rapidamente ai responsabili anche grazie alle immagini del circuito di video sorveglianza che ha consentito una loro rapida identificazione. La perquisizione effettuata presso l’abitazione degli stessi ha infine consentito di chiudere velocemente il cerchio rinvenendo la refurtiva nella sua interezza.

Nel corso dell’attività dei Carabinieri sono state controllate 23 persone e 16 veicoli ritenuti di interesse operativo, nonché tre persone sottoposte a vario titolo a misure di restrizione della libertà. I controlli proseguiranno anche nei prossimi mesi allo scopo di prevenire, e se del caso reprimere, ogni forma di illegalità.