• Gio. Set 29th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Dimissioni del vicesindaco di Cento – Lega Nord: “inappropriate le nomine della s.r.l. “ente Territorio”.”

DiGiuliano Monari

Gen 17, 2015

lorenzo magagna 2012E’ un vero e proprio tsunami quello che sta scuotendo la politica centese da quando, oggi pomeriggio, abbiamo dato notizia delle dimissioni del vicesindaco di Cento Mario Pedaci, in aperta contrapposizione con la decisione del sindaco Lodi di nominare la moglie nel cda della neonata srl Ente Territorio. Di questi minuti la presasa di posizione della Lega Nord che, per boca del suo capogruppo in consiglio comunale Lorenzo Magagna, scrive:

 

Come gruppo consigliare Lega nord di Cento riteniamo inappropriate le nomine della s.r.l. “ente Territorio”. Partendo dal fatto che è un ente che non doveva nemmeno nascere, le nomine ci paiono inappropriate, non tanto per le persone in sé, su cui non ci vogliamo addentrare, ma per quello che rappresentano.

Essendo tutti e tre di area centrosinistra, si ripropone la vecchia politica delle nomine di persone politicamente affini.

Nel presidente Carlotta Gaiani , ex vicepresidente della provincia di Ferrara in quota PD e avvocato ,non vedo al momento l’esperienza nel ramo manifestazioni e affini che necessiterebbe, per gestire l’Ente fiera.

IL sindaco Lodi, Con la nomina del consigliere Vincenzo Tassinari, insieme a quella della Gaiani ,sembra abbia voluto anche disattivare possibili candidature a sindaco nel centrosinistra a Cento , sentiti su questi 2 nomi ,i rumors di piazza.

La terza nomina di Cristina Battistini ci sembrava inappropriata, essendo la moglie del vicesindaco, questo c’è confermato dalle clamorose dimissioni del vicesindaco stesso, dove nel comunicato in cui le annuncia, afferma:

”….La Tua recente nomina di un membro della mia famiglia nel CdA del neonato Ente Territorio (a totale partecipazione pubblica) che gestirà da qui in avanti gli eventi più importanti a Cento mi pone in un serio imbarazzo, in quanto appare anche ai miei occhi assolutamente inopportuna.

Pur essendo tale carica priva di emolumenti, non riesco a non vedere il possibile conflitto d’interesse a cui mi potrebbe esporre.

Come ho avuto già modo di dirTi anche su altri argomenti, per me è molto importante che la persona che ha l’onore di ricoprire una carica pubblica oltre che essere, appaia anche trasparente e onesto. ….”

 

Queste affermazioni con le dimissioni, confermano quanto affermiamo , oltre a dimostrare che c’è ancora gente, anche a sinistra ,che ha dignità , che crede in valori morali e non nelle poltrone.

 

Capogruppo Lega Nord cento

Magagna Lorenzo

Lascia un commento