• Ven. Dic 9th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

SODALIZIO CULTURALE FRA CENTO E TAVERNA: UNA MOSTRA INEDITA SU GUERCINO E L’ALLIEVO PRETI

DiGiuliano Monari

Nov 15, 2016

Distanti circa novecento chilometri, da un capo all’altro della penisola, unite in nome dell’arte. Cento e Taverna si incontrano per dare vita a una mostra inedita: ‘Guercino e Mattia Preti a confronto’. Ieri l’incontro fra il sindaco Fabrizio Toselli, insieme al direttore dei Musei Civici Fausto Gozzi e al referente Salvatore Amelio, e il primo cittadino della città del catanzarese, Sebastiano Tarantino, affiancato da Clementina Amelio, consigliere con delega alla Cultura.

La mostra costituirà una novità assoluta: la pregevole occasione di vedere, per la prima volta a confronto, il maestro centese e il ‘Cavaliere calabrese’, che ne è stato l’allievo, come testimoniano i colori più brillanti e meno caravaggeschi successivi alla conoscenza del Guercino. L’artista nativo di Taverna rimase infatti tanto colpito nell’ammirare a Roma la pala della ‘Sepoltura di Santa Petronilla’ che volle conoscere Giovanni Francesco Barbieri, dal quale si vide affidata la commessa per gli affreschi della cupola della chiesa di San Biagio a Modena. L’esposizione, che proporrà dalle 16 alle 20 opere, si svolgerà a primavera al Museo Civico di Taverna, che nel 2017 celebrerà il quarto di secolo della sua istituzione. Farà quindi tappa in autunno a Cento, per poi arrivare all’Aquila, con la cui Amministrazione si lavora per concretizzare la disponibilità.

«Per noi è un piacere essere qui – ha affermato il sindaco Tarantino -. Quella che stiamo organizzando è una mostra che mette per la prima volta in raffronto due straordinari artisti del Seicento: per la nostra comunità un evento importante e un’occasione di ripartenza per Cento. Da domani ci attiveremo anche con la Regione Calabria per sostenere tale iniziativa».

Concorde il sindaco Toselli. «Sarà un’esposizione di assoluto rilievo e un passaggio fondamentale per il rilancio della nostra città sotto il profilo turistico. Vogliamo investire molto sulla cultura, affinché Cento sia riconosciuta, a giusta ragione, città d’arte. La collaborazione con Taverna ci inorgoglisce, nella consapevolezza che il nostro territorio si debba aprire verso l’esterno per crescere».

È nato dunque un nuovo sodalizio fra i due centri, caratterizzati peraltro dall’ospitare un’inestimabile concentrazione di capolavori degli artisti a cui hanno dato i natali.

«Questo nostro viaggio ripercorre quello di Mattia Preti verso Cento e il Guercino – ha proposto la suggestione Clementina Amelio –. E ci conduce sino a rivivere idealmente l’incontro fra i due maestri del Barocco».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.