Al via la campagna abbonamenti della  STAGIONE TEATRALE 2018/2019!

Sulla scia del successo della stagione 2017-2018 caratterizzata da spettacoli vari  e culturalmente qualificati -premiata da un forte gradimento di pubblico e un significativo aumento delle vendite e degli abbonamenti –  la Fondazione Teatro “G. Borgatti” è pronta ad aprire il sipario su una stagione 2018-2019 parimente accattivante, vivace, densa e divertente!
Protagonisti indiscussi la PROSA e il CABARET, che da sempre rappresentano la tradizione del teatro centese, attraverso il consolidamento e l’aumento degli eventi in calendario. Novità anche per ciò che concerne la MUSICA- classica e jazz- che si arricchirà di eventi speciali e unici, il cartellone della DANZA che porterà in scena la contemporaneità e un’elegante e prestigioso gala di star, le proposte dei GIOVANISSIMI, gli appuntamenti domenicali dedicati ai più piccoli ed alle loro famiglie e, immancabile come sempre, la rassegna dedicata al teatro DIALETTALE.
Volti noti protagonisti: Veronica Pivetti, Luca e Adolfo Micheletti, Maria Grazia Cucinotta, Michela Andreozzi, Vittoria Belvedere, Max Pisu, Marisa Laurito, Gianfranco D’Angelo, Corinne Clery, Barbara Bouchet, Gabriele Cirilli, Pino Insegno, Alessandro Bergonzoni, Riccardo Rossi, Antonio Faraò, Fabrizio Bosso e la centese Chiara Buratti nel suo personale omaggio a Giorgio Faletti.
Fil rouge della nuova stagione spettacolare…la Donna, con le sue innumerevoli sfaccettature…
una donna che si traveste da uomo per fare carriera (Viktor VIktoria), una donna che lotta e si coalizza per avere lo stesso uomo o per combatterlo (Figlie di Eva), una donna che si racconta e che ricorda piaceri e dispiaceri della vita (Due donne in fuga), una donna come unica e grande eroina (L’ultimo giorno di sole) e una donna che fa sentire la sua mancanza (Casalinghi disperati).
Anche il cartellone Cabaret, che per la stagione 2018/2019 si rinnoverà in  “Cabaret e dintorni…”, tributerà la donna nel mese più femminile dell’anno (marzo) quando l’uomo (Riccardo Rossi) dovrà ammettere che volenti o nolenti senza donne non si vive e nemmeno si nasce…
E sempre la Donna, presente come entità astratta, sarà il simbolo di ispirazione di una delle più oniriche delle arti, la Musica presente e di grande impatto anche per questa stagione, con tre appuntamenti jazz di alto spessore: Antonio Faraò ed il suo trio Black Inside ed il Fabrizio Bosso Quartet, due serate che porteranno sul palco della Pandurera i più grandi interpreti jazz del panorama mondiale in collaborazione con il Ferrara jazz club e il Bologna Jazz Festival oltre al concerto in fase di definizione in collaborazione con il Cento jazz club.
Per la classica un concerto di capodanno dal singolare profilo novecentesco.
Il 2018 è anno di ricorrenze, il centenario della morte del pittore centese Aroldo Bonzagni e della fine della prima guerra mondiale ed il 150° anniversario della morte di Gioacchino Rossini. Trovare un programma che potesse celebrare e racchiudere in un’unica serata questi tre elementi è stato relativamente semplice: essendo il novecento un secolo artisticamente ricco e denso di spunti alquanto originali, siamo andati ad attingere al repertorio orchestrale proprio degli anni 1918-19, quasi a riprendere una stagione musicale collocata esattamente un secolo fa. Allora erano in gran voga i balletti russi dell’impresario Diaghilev, nei quali i più grandi musicisti, pittori e coreografi del tempo si cimentarono in una fusione di arte, musica e danza che non ebbe mai più eguali. Tra essi, abbiamo scelto alcune pagine particolari: Le beuf sul le toit di Darius Milhaud (1919) che per vivacità e brio dato dal richiamo ai ritmi sudamenricani ben si adatta al clima festsoso del concerto di capodanno ed alla proiezione di pitture del periodo argentino di Aroldo Bonzagni; la Bouticque Fantascque di Otorino Respighi (1918), composta per orchestra sinfonica su brani originariamente per pianoforte di Gioacchino Rossini è il perfetto connubio tra brio rossiniano e sonorità fauve tipiche del novecento. Durante l’esecuzione di questo ciclo di brani, originariamente composti per i balletti russi di Diaghilev, saranno proiettate immagini coeve di opere di Bonzagni e verranno create nuove coreografie.
Il divertimento sarà affidato al nuovo cartellone “Cabaret e dintorni…” poichè oltre alla presenza di Gabriele Cirilli in “Mi piace”, Pino Insegno in “58 sfumature di Pino”, e Riccardo Rossi in “Viva le donne”, troveremo un ironico monologo filosofeggiante di Alessandro Bergonzoni dal titolo “Trascendi e sali” ed una novità per il teatro di Cento, lo spettacolo “Mind Juggler” del mentalista Francesco Tesei.
Due gli spettacoli in programma per la Danza, uno di danza contemporanea su musiche di Schubert e Gershwin  e un gran galà di etoile nazionali della Scala di Milano confezionato appositamente per il nostro teatro dal coreografo Alessandro Bigonzetti.
Saranno confermati 3 spettacoli del cartellone “Giovanissimi”, dedicato ai più piccini ed alle famiglie: “Il gatto con gli stivali” di Accademia Perduta, “Piccoli cavalieri sconosciuti” del teatro dell’Airone e una nuova produzione tutta “made” Fondazione Teatro Borgatti, che, dopo il grande successo del Mago di Oz proporrà  “La bella e la bestia” .
Per il cartellone dialettale, confermati 5 appuntamenti con le compagnie dialettali locali e 1 serata in compagnia  di Antonio Guidetti e Accademia Reggiana del Vernacolo.
La stagione spettacolare è stata realizzata grazie all’intervento del Socio Fondatore Unico Comune di Cento e dei sempre più numerosi sostenitori:
CMV Energia & Impianti
Cassa di Risparmio di Cento
Banca Centro Emilia
Fondazione Cassa di Risparmio di Cento
Motori Bonora
Andalini
Baltur
Fava
Gruppo Clima
Chemia
Ceramica Sant’Agostino
Govoni Gioielli
Centro Software
Coop alleanza 3.0
Gianni Negrini
Impresa Martinelli
Elettrostamperie Poppi
Elektrosistem
Campagnoli
Agrilinea
Centro Computer
Leda Equipe -Tagliati per il successo
Equipe Medica-centro medico
Eurocell
Autoadesivi Magri
MondialMarchi
Concessionaria FF Auto-Franzoni
Emmeservizi srl
Eurocart
Seba
Officinarkitettura
Minelli garden
British School group
Govoni gioielleria
FT effeti
Lu.va-Guidetti
Tipolitografia Baraldi
Lavasecco Bazzan
Macelleria Baldini
Kaos donna e Kaos uomo
Il sogno di Sandra
Teco press
Elysium profumerie
Gelateria Leone e Katia
Gioielleria Pradelli
…senza dimenticare il sostegno e l’affetto dei singoli cittadini.
La loro azione di sostegno al teatro ed alla cultura ha un valore inestimabile che va al di là dell’immagine che i singoli sponsor possono trarre: sostenere il teatro significa amare il proprio territorio e qualificare maggiormente il tenore di vita dei propri concittadini.
info biglietti e abbonamenti
dal 10 settembre 2018
Biglietteria presso Centro Pandurera
via XXV Aprile, 11 – Cento (FE)
giorni e orari di apertura:
da lunedì a sabato dalle 10 alle 14
e dalle 16.30 alle 19.30
domenica dalle 10 alle 12.30
FacebookTwitterGoogle+FlipboardLinkedInWhatsAppLineGoogle GmailBlogger PostEvernoteCondividi