• Sab. Apr 13th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

ATTI VANDALICI ALLE SEDE DI ‘FDI’ CENTO, “NON CI FATE PAURA”

Foto e video dal cielo per immagini uniche e ad altezza ‘zero’ con droni cinewoop per filmati pieni di adrenalina …

A seguito dei numerosi atti intimidatori, che ha subito nelle ultime settimane la sede e i componenti di Fratelli d’Italia Cento, prendono parola i due Consiglieri Comunali Alessandro Guaraldi e Francesca Caldarone che dichiarano: << Siamo stanchi di questi gesti fanatici, ma non ci fermeremo>>Commenta il Coordinatore e Consigliere Guaraldi: << Nelle ultime settimane abbiamo subito diversi atti intimidatori che hanno colpito la nostra sede a Cento. In primis dobbiamo ringraziare le forze dell’ordine, che si sono prontamente attivate, e tutte le forze politiche che hanno espresso solidarietà nei nostri confronti.Gli atti intimidatori sono davvero troppo frequenti, il primo risale a fine 2023 dove era stato appeso un cartello riportante il simbolo della falce e martello. Si è passati poi ad una minaccia diretta, mentre ero in sede con l’ex Consigliere Luca Parmegiani, dove un uomo ha minacciato di dare fuoco alla sede con noi all’interno, il tutto condito con altri insulti (non ripetibili) rivolti al partito e alla Premier Giorgia Meloni. Infine negli ultimi giorni ci siamo trovati un profilattico usato attaccato alla maniglia e un cartello riportante la scritta ” fuori i fascisti da Cento” incollato sulla vetrina della sede.>>Continua poi Alessandro Guaraldi:<< Questi fatti non fermeranno il nostro impegno sul territorio centese, sono certo che i colpevoli si qualifichino da soli, non capisco cosa vogliano ottenere con questi gesti. Se pensano di intimorirci si sbagliano di grosso, siamo certi dell’importanza del nostro lavoro e di rappresentare gran parte dei cittadini centesi, noi stiamo agendo democraticamente, loro no.>>Concludono i Consiglieri Guaraldi e Caldarone:<< Chiunque voglia venire in sede a discutere in modo serio, educato e democratico di questioni politiche o dei veri problemi di Cento è il benvenuto. Di certo continueremo con le nostre battaglie fuori e dentro al Consiglio comunale.>>