• Dom. Mag 26th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

CENTO, ECCO IL COMITATO DIRETTIVO DEL CENTRO STUDI ‘IL GUERCINO’

DiGiulia Borgioli

Mar 29, 2017

di Giulia Borgioli

Si è insediato, martedì 28 marzo, il Comitato Direttivo del neo costituito Centro Studi Internazionale “Il Guercino”. L’organismo è composto dal dirigente dei Servizi Culturali, Mauro Zuntini, dal direttore dei Musei Civici, Fausto Gozzi, e da Salvatore Amelio, nominato presidente lo scorso 21 marzo dal sindaco di Cento Fabrizio Toselli. «Una scelta – ha ribadito il primo cittadino – basata sulla medesima filosofia delle nomine della Fondazione Teatro: ovvero la scelta di persone qualificate e motivate, animate da energia e voglia di fare». Caratteristiche queste che risulteranno fondamentali per gli obiettivi posti dall’Amministrazione comunale. «Intendiamo investire sull’arte e sulla cultura,– ha specificato Toselli – non soltanto per il loro valore intrinseco, ma anche come volano di crescita del territorio, grazie al ritorno di presenze che può generare. Per questo ho chiesto al Comitato Direttivo di alzare ancor più il livello dell’offerta, avvalendosi anche della rete di collaborazioni con altre città e con personalità di caratura internazionale».
Il Direttivo ha infatti nominato il Comitato Scientifico: attualmente sei componenti (il numero è fissato da cinque a sette), individuati tra coloro che abbiano comprovate competenze scientifiche e organizzative nell’ambito della ricerca tra studiosi del Guercino e della sua scuola. Si tratta di Daniele Benati, storico dell’arte e docente dell’Università di Bologna, Shinsuke Watanabe, storico dell’arte e curatore del Museo Nazionale di Tokyo, Joanna Kilian, storico dell’arte e curatore del Museo Nazionale di Varsavia, Barbara Ghelfi, docente di Storia dell’Arte dell’Università di Ravenna, David Stone, storico dell’arte e docente dell’University of Delaware, e un rappresentante della Fondazione Mahon di Londra che vorrà indicare la presidente Suzanne Marriott.
«Il Centro Studi Internazionale “Il Guercino” – ha rimarcato il neopresidente Amelio – avrà il compito di valorizzare il Guercino, la sua opera e la sua scuola, ma vogliamo anche essere un laboratorio: per proporre iniziative e idee, fra cui stiamo pensando a una borsa di studio, per valorizzare giovani artisti del territorio e per promuovere l’attività museale. Abbiamo già in animo l’organizzazione di una grande mostra su Guercino e Mattia Preti a confronto e l’ideazione di un circuito dei luoghi guerciniani, da Casa Pannini a Palazzo Provenzali fino a Casa Fabbri, senza dimenticare le chiese del Rosario e dei Servi».
Amministrazione comunale e Centro Studi coopereranno inoltre in vista del recupero post sisma della Pinacoteca, per definire un contesto espositivo accattivante e aprire la struttura alla maggiore fruizione possibile.

centro studi comitato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.