• Mar. Giu 25th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

CENTO: trentacinquenne nigeriano minaccia di buttarsi dal settimo piano: salvato dai Carabinieri e dai Vigili del Fuoco-il video sul Canale Youtube

DiGiuliano Monari

Mag 23, 2024

I Carabinieri della Stazione i Vigili del Fuoco, entrambi di Cento, coadiuvati da personale specializzato del Nucleo Investigativo Carabinieri di Ferrara oggi pomeriggio hanno evitato che un trentacinquenne di origine nigeriana potesse portare a termine il suo intento suicida.

Erano circa le 13:00 quando l’uomo è salito al settimo piano di un palazzo del centro storico di Cento minacciando di gettarsi nel vuoto a causa della perdita del lavoro e delle difficoltà nel trovare un’altra occupazione.

Ai militari delle Stazioni di Cento e di Vigarano Mainarda subito arrivati sul posto l’uomo ha intimato di allontanarsi per poi calarsi fino al secondo piano lungo le tubature del gas.

Pochi istanti dopo è giugno anche il personale dei Vigili del Fuoco, del 118 e il Sindaco.

I Carabinieri hanno quindi tentato di intavolare un dialogo per farlo desistere dal proprio intento ma il nigeriano ha categoricamente rifiutato di parlare con personale in uniforme. A questo punto è stato attivato il “negoziatore” del Comando Provinciale di Ferrara, un Luogotente specializzato nella risoluzione di problematiche che vedono coinvolte persone in stato di alterazione psicofisica.

Nel frattempo è stato anche predisposto un dispositivo composto da personale dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco e del 118, che, salito al piano dove si trovava il nigeriano, era pronto ad intervenire in qualsiasi momento. Approfittando di un momento di distensione dell’uomo, con un fulmineo intervento, coordinato dal Comandante della Compagnia Carabinieri di Cento, lo stesso è stato bloccato e messo in sicurezza per poi essere accompagnato, con autoambulanza, presso il Pronto Soccorso dell’Arcispedale Sant’Anna di Cona.

La fulminea azione dei Carabinieri coordinatisi con il negoziatore ed il restante personale presente sul posto ha scongiurato che la vicenda avesse un triste epilogo.

Ferrara. Senza biglietto, tenta di eludere il controllo sull’autobus: arrestato diciannovenne nordafricano per resistenza a pubblico ufficiale.

Lunedì 20 maggio u.s., un giovane di 19 anni originario della Tunisia, si trovava su un autobus della linea 11 insieme ad un’altra persona quando, in via Porta Catena, alle ore 12 circa, sono saliti sul mezzo alcuni controllori della società di trasporti per verificare i titoli di viaggio dei passeggeri. Alla vista dei controllori, uno dei due giovani riesce a scendere dall’autobus allontanandosi a piedi mentre il diciannovenne, sprovvisto del biglietto, rimane bloccato sul mezzo. La reazione del giovane coglie di sorpresa i controllori: lo stesso infatti si avventa su due di loro e li aggredisce a pugni inveendo nei loro confronti. Immediatamente scatta la chiamata al numero di emergenza 112 e, dopo pochi minuti, giunge sul posto una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia di Ferrara. Alla vista dei militari il diciannovenne si calma ma per lui scattano subito le manette per resistenza a pubblico ufficiale. I controlli, visitati presso il Pronto Soccorso di Cona, saranno riscontrati affetti da ferite giudicate guaribili in 5 e 10 gg.

Al termine delle operazioni, il giovane è stato trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale dei Carabinieri di Ferrara fino a ieri 21 maggio, quando, presso il Tribunale di Ferrara, l’arresto è stato convalidato ed il diciannovenne è stato rimesso in libertà in attesa della celebrazione del processo.