• Mar. Giu 25th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

FINALE EMILIA: Gli impegni dell’amministrazione per le attività del centro storico, In via di definizione un progetto di valorizzazione del commercio locale che coinvolge Comitato Commercianti e associazioni di categoria

Foto e video dal cielo per immagini uniche e ad altezza ‘zero’ con droni cinewoop per filmati pieni di adrenalina …

https://www.drone-filmaker.it/

“Lunedì 4 marzo, alle ore 15.00, incontrerò il presidente del Comitato Commercianti di Finale Emilia e i rappresentanti delle associazioni di categoria. Li aggiornerò sulla situazione della piazza e sulle modalità di ripresa dei lavori, ma il vero oggetto della riunione sarà la condivisione delle linee guida del progetto di valorizzazione del commercio locale. Voglio ringraziare le associazioni Confcommercio, Confesercenti, Lapam, Cna e il presidente del Comitato Commercianti Massimo Magni per la disponibilità dimostrata e la volontà di mantenere vivo il dialogo e la volontà di collaborare sottoponendo all’amministrazione comunale proposte concrete e valutando quelle che, a nostra volta, abbiamo loro presentato”.

Così il sindaco di Finale Emilia, Claudio Poletti, anticipa temi e modalità dell’incontro previsto per inizio settimana prossima.

Proprio in questi giorni sono state pubblicate le determine che assegnano i contributi stanziati dal Comune a parziale ristorno dei pagamenti Tari 2023 e assegnati ad attività economiche che operano in piazza Garibaldi e al di là del ponte vecchio.

“Il progetto di valorizzazione del commercio che stiamo redigendo insieme a comitato e associazioni – spiega il sindaco Poletti – prevederà la costituzione di un fondo unico per l’indennizzo delle attività disagiate nel quale le risorse comunali confluiranno in due tranche, la prima dopo l’approvazione del bilancio consuntivo 2023 e la seconda in sede di bilancio di assestamento 2024. Nel bilancio 2024 sono già stati stanziati 10.000 euro, esclusivamente per il rimborso Tari dei commercianti di piazza Garibaldi. A questi si aggiungeranno altri 40 mila euro che andranno trovati all’interno del prossimo bilancio preventivo”.

Il fondo, però, con il contributo delle associazioni di categoria, servirà per finanziare anche altre attività.

“Abbiamo previsto – aggiunge il sindaco – iniziative di formazione per i titolari e i dipendenti delle attività commerciali, lo studio di tecniche di fidelizzazione della clientela, l’apprendimento delle modalità corrette e proficue di utilizzo dei social, lo sviluppo di azioni collettive di promozione commerciale”.

È inoltre attesa l’emanazione, a breve, di un nuovo bando per la rivitalizzazione dei centri storici, una fonte di finanziamento che, negli anni scorsi, ha permesso a diverse attività commerciali del Comune di Finale Emilia di rinnovare le proprie strutture.

“Ho sentito personalmente gli uffici regionali – conclude Poletti – e mi hanno assicurato che la pubblicazione del nuovo bando è ormai certa. Non dobbiamo dimenticare che questi bandi regionali, dal 2019 al 2022, hanno assegnato a una quarantina di imprenditori del nostro territorio comunale risorse per circa 2,250 milioni di euro, destinati allo sviluppo delle loro attività”.