• Gio. Giu 30th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Fratelli d’Italia: sabato e domenica le Primarie

DiGiuliano Monari

Feb 20, 2014

savignac gruppoSi è tenuta mercoledì sera, la conferenza del circolo centese di fratelli d’Italia, alla presenza del portavoce provinciale Paolo Spath, il consigliere provinciale Paolo Matlì e il portavoce locale Georges Savignac. Spath ha aperto la conferenza parlando delle primarie nazionali di Fdi (che si terranno in piazza Guercino sabato22 e domenica 23, dalle ore 9 alle ore 20), dove oltre a votare il simbolo nazionale, i cittadini potranno scegliere il presidente nazionale (unico candidato al momento è Giorgia meloni), le linee politiche e i propri rappresentanti all’interno del partito, sotto forma di “grandi elettori”, in cui Matlì e Savignac sono candidati. A Cento è stata scelta come seggio locale, ma sarà punto di riferimento anche per i comuni dell’alto ferrarese come Sant’agostino e Bondeno, è prevista quindi la presenza del’ex sindaco di Sant’Agostino Claudia Balboni candidata anch’essa a grande elettrice di Fdi”. Ha preso poi la parola Savignac che ha ricordato quanto all’interno del circolo si senta l’importanza del confronto con la gente sulla piazza: “da sempre io e Matlì concordiamo sulla necessità che la politica stia a contatto con i cittadini, cosa che non avviene più; ne esempio questo sindaco, che come primissimo sbaglio ha chiuso tutte le porte al dialogo con i cittadini, arrivando al punto da obbligarli a manifestare 2 volte contro di lui..”. E proprio sull’ultima manifestazione Savignac lancia l’ennesimo attacco al sindaco Piero Lodi:”La manifestazione di sabato avrà avuto meno affluenza del previsto, ma questo non significa certo che la giunta sia amata dai centesi, anzi…”.“Sono al limite della decenza le parole di Vasco Fortini, che descrive la giunta come “perfetta”; temiamo aimè che molti centesi si siano arresi all’evidenza che, per altri 2 tristi anni, dovranno tenersi un sindaco che si benda davanti ai propri sbagli”. Matlì ritornando sulle primarie ha ricordato che tra i simboli che si potranno scegliere per FDI ce ne siano molti con la fiamma tricolore del movimento sociale: “la destra ha bisogno di ripartire dalle proprie radici, per affrontare meglio le sfide future”. Si parlato anche del centro destra di Cento e Savignac ha lanciato qualche frecciatina: “Cento è una realtà non è certo di sinistra, noi cerchiamo di rappresentare quei cittadini che si riconoscevano in AN, ma siamo l’unico partito a combattere questa amministrazione che sta uccidendo la città. Oltre a qualche o.d.g. della Lega Nord l’opposizione dorme. Noi vogliamo essere il motore della rinascita del centro destra, ma bisogna che i partiti come Forza Italia si diano da fare”. Infine sulle possibili alleanze per le prossime comunali:”siamo aperti ai nostri naturali alleati, ma a patto che presentino candidati credibili, che credano nei centesi e che vogliano, come noi, combattere per il bene di questa città. Cento ne ha un disperato bisogno”. Quindi non resta che attende i risultati delle preferenze ottenute dai candidati centesi, che dichiarano di voler portare a livello nazionale le battaglie locali.

Lascia un commento