• Dom. Mag 29th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Il PD centese: Lodi, promosso a pieni voti al ‘giro di boa’ del mandato

DiGiuliano Monari

Gen 28, 2014

piero lodi-1Riceviamo e pubblichiamo

“Dopo un anno dall’inizio della nuova amministrazione, sottolineavamo gli aspetti positivi del lavoro della nuova Giunta che dava speranze per un futuro ricco di realizzazioni e progetti. Oggi, a poco più di metà legislatura, quelle speranze hanno iniziato a diventare fatti concreti che si svilupperanno ancor di più nei prossimi mesi e anni”. “Nonostante i morsi della crisi economica che tra l’altro ha sottratto risorse ai comuni e le profonde ferite del terremoto, l’Amministrazione ha compiuto un lavoro di grande importanza e ha posto le basi per uno sviluppo più vivibile del nostro Comune. Spesso ci si dimentica del sisma e non si tiene conto di quante energie e risorse sono state impegnate nell’emergenza e ora sono dedicate alla ricostruzione ma se gli effetti di quella tragedia sono stemperati lo si deve anche alla ferma determinazione dell’Amministrazione nel voler riportare alla normalità il nostro territorio. Il centro storico è ridiventato luogo di ritrovo come lo era prima, nessuna delle principali attività che in esso si svolgevano è morta (mercato, stagione teatrale, settembre centese, mercati natalizi, iniziative estive alla Rocca, ecc.) ed anche lo stesso Carnevale avrà  per questo inverno un pit stop per trovare il sistema più efficace per ripartire con la stessa capacità di attrazione e di promozione della nostra città. Dal punto di vista ambientale realizzazioni e progetti hanno visto notevoli passi avanti in molti settori. Dalla raccolta differenziata (porta a porta e isola ecologica con tessera presso la CMV) che ci consentirà a fine legislatura di lasciare gli attuali ultimi posti in questa classifica, all’avanzamento delle strutture anti allagamenti con area verde, dal nuovo depuratore di Casumaro, al ripensamento di un PSC che prevedeva un consumo esagerato di territorio, al già avviato piano regolatore per le antenne. A fine mandato le scuole saranno una pratica chiusa positivamente per diversi anni con 3 nuove costruzioni già terminate e altre 3 in dirittura d’arrivo a XII Morelli, Alberone e Reno Centese, l’istituzione dei comprensivi e due poli scolastici: Cento-Corporeno e Casumaro con speranze per Renazzo, nonché le creazione di nuove sezioni per le materne. La riqualificazione urbana ha già visto il nuovo piazzale e il recupero del primo piano della Rocca, l’area dell’ex stazione, il rifacimento dell’area di Santa Liberata e il recupero di parte dell’ex Oerlikon con un intervento produttivo della VM, di questi tempi nuovi posti di lavoro sono senz’altro un evento eccezionale che la nostra Amministrazione ha supportato con determinazione. Il potenziamento dell’ospedale con investimenti di ulteriore miglioramento e l’avvio del nuovo pronto soccorso. La viabilità con alcune importanti asfaltature, la realizzazione della rotonda di Via Bologna e il costante impegno per la Cispadana. Dal punto di vista culturale la partenza dell’Università Aperta e la valorizzazione del Guercino nel mondo. Questi sono solo alcuni esempi (non approfondendo per ragioni di spazio gli interventi nel sociale, le nuova convenzione per le società sportive, la migliorata trasparenza e il confronto con cittadini, opposizioni, consulte e associazioni) del grande ed efficace lavoro svolto dal Sindaco e dalla Giunta mantenendo  un bilancio in solido equilibrio nonostante le grandi difficoltà finanziarie. Bisogna fare tesoro dei suggerimenti e dei malesseri espressi da più parti, anche se spesso strumentalizzati,  per guardare avanti con l’impegno nei nuovi progetti che spaziano dal recupero della restante parte dell’ex Oerlikon, alla riconversione della Rocca in biblioteca e centro culturale, all’avvio dei lavori di recupero di teatro, municipio e palazzo del Governatore, pinacoteca, scuole Pascoli, al piano della ricostruzione, alla revisione del piano traffico. Infine vi è un elemento di grande miglioramento nell’opera di questa Amministrazione: la fine dell’isolamento istituzionale che per anni ha pesato sul nostro Comune. Sono state iniziate e sviluppate nuove e più strette relazioni con Provincia, Regione e Ministeri che hanno permesso di presentare progetti e cogliere importanti finanziamenti e rapporti. Con i Comuni limitrofi va segnalato in particolare l’avvio dell’Unione dei Comuni ormai in fase molto avanzata. Il PD Centese s’impegnerà per sostenere e supportare il proseguimento del tenace lavoro del Sindaco e della Giunta nella seconda parte della legislatura perché più che speranzoso che così la Nuova Cento sarà pronta per cogliere le opportunità della ripresa”.

Lascia un commento