• Mar. Gen 18th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Il Prefetto Michele Campanaro incontra il Console Generale della Repubblica di Moldova in Italia, Oleg Mica

DiGiuliano Monari

Set 22, 2020


Il Prefetto di Ferrara Michele Campanaro ha ricevuto in mattinata in visita istituzionale, presso Palazzo Giulio d’Este, il Console Generale della Repubblica di Moldova in Italia, con sede a Milano, Oleg Mica.

L’incontro si è svolto in un clima sereno e cordiale ed ha rappresentato l’occasione per un confronto, oltre che sulle opportunità e sulle prospettive dei rapporti moldo-italiani a livello locale, sulle elezioni presidenziali che si terranno in Moldova il 1° novembre prossimo, in occasione delle quali i cittadini di quel paese, residenti in questa provincia, potranno esercitare il proprio diritto di voto in apposito seggio allestito nel capoluogo.

La comunità moldava in questa provincia – ha ricordato il Prefetto Campanaro – è numerosa, oltre 2000 residenti, occupata principalmente, per la componente femminile, nel settore dell’assistenza e dei servizi alle persone. Una comunità attiva e laboriosa, verso la quale i ferraresi sono sinceramente riconoscenti per il loro insostituibile contributo di alto valore sociale. In occasione delle elezioni presidenziali in Moldova del prossimo autunno, sarà allestito un seggio nella città di Ferrara, per consentire alla comunità moldava qui residente il regolare esercizio del diritto di voto, nel pieno rispetto delle misure di contrasto al covid-19”.

Il Console ha espresso vivo interesse per la provincia di Ferrara ed ha ringraziato il Prefetto per la calorosa accoglienza ed il supporto ricevuti, sottolineando l’importanza di tali momenti di conoscenza e scambio di reciproche esperienze, necessarie a realizzare iniziative culturali, commerciali ed economiche di comune interesse.

Grazie per aver letto questo articolo…

Dal 23 gennaio 1996 areacentese offre una informazione indipendente ai suoi lettori.. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di persone che ci leggono ogni giorno, e che ringraziamo, può diventare fondamentale.

Lascia un commento