• Mer. Mag 25th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

LA TRAMEC NELLA TANA DELLA CAPOLISTA

DiGiuliano Monari

Ott 19, 2013
Di Michele Manniderby basket 28 novembre 2009
Dopo aver colto i primi due punti stagionali contro il fanalino di coda Mortara, la Tramec torna in provincia di Livorno per affrontare la capolista Cecina, unica formazione ancora imbattuta dopo due giornate, alle ore 18 di domenica. Per i biancorossi si tratta di una prima “prova del nove”, dopo l’opaca prestazione di Piombino e quella già più confortante con Mortara. Senza Bona e Govoni ma con il ritorno “a tempo pieno” di Mabilia in cabina di regia e quello di Ikangi sul perimetro, Gabriele Giuliani si aspetta un ulteriore passo in avanti da parte dei suoi, alla vigilia del doppio turno interno che vedrà passare Empoli e Bologna sulle tavole del Palabenedetto. Dopo aver sfiorato la qualificazione per i playoff al culmine di un’intera stagione passata nella colonna di sinistra della classifica, il Basket Cecina di Federico Campanella cerca riscatto con una formazione che per 7/10 è la stessa che l’anno scorso ha mancato l’obiettivo di un soffio. Se Giovanni Bruni resta il titolare della cabina di regia e capitan Del Testa è la guardia titolare, Simone Rischia cambia l’uno e l’altro. In posizione di ala, oltre ai confermati Francesco Fratto e Leonardo Salvadori c’è Massimiliano “Max” Sanna, torinese di 195 centimetri con precedenti a Biella, Casale Monferrato, Fossombrone, Valenza e Firenze, di cui è stato capitano. Le novità principali rispetto alla precedente edizione sono vicino a canestro, dove non ci sono più Bertolini e Tessitori ma Andrea Capitanelli e Sandro Listwon. Capitanelli è un centro di 208 centimetri e classe 1986, già visto a Veroli, Palestrina e Firenze, ingaggiato dopo la “fuga” di Colli per motivi personali. Listwon è infine un pivot con precedenti a Teramo e Montecatini: atleta con pochi punti nelle mani, ma discreto difensore e rimbalzista. Al Palazzetto di Via Toscana, fischieranno Vitaliano Battista di Firenze (FI) e Andrea Capponi di La Spezia (SP).

Lascia un commento