• Ven. Dic 9th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Lettera al Direttore: “Un cittadino Centese con molti dubbi sui candidati sindaci delle Elezioni 2016”

DiGiuliano Monari

Mag 14, 2016

Buongiorno Direttore,

 

Ho notato che sul Suo autorevole sito di informazioni, ultimamente sono apparse molte lettere inviate da persone della zona e non della zona, che si interrogavano sul valore dei nostri Candidati Sindaci.

Bene, è proprio di questo che le voglio parlare, della confusione elettorale e del valore di questi candidati sindaci, che Cento non merita.

Marco Mattarelli, lo conosciamo tutti, è una persona piena di spirito che non perde momento per affermare che Cento è piena di “poteri forti”. Persone dotate di ingente patrimonio e di imprese molto remunerative che hanno sottomesso Cento e la sua Banca. Ma oltre a questo argomento, e alle denunzie alla Procura sull’operato Lodi, Matterelli cosa può portare a Cento? Matterelli sarebbe la soluzione, la Libertà che lui ama la via per il rilancio di Cento? Penso che fare la lotta agli imprenditori locali non porti beneficio alla collettività. Un appunto su un partito in coalizione, il Movimento Sociale Italiano, pensavo non esistesse più, la fiamma è stata inglobata da FDI-AN, invece no! I Missini ci sono ancora, come del resto i loro cugini del PSI.

Enrico Malucelli, Professore. Malucelli è il meno chiacchierato sulla piazza, non ha una sede elettorale, la sua campagna elettorale è in movimento, in bici e a piedi. Malucelli è talmente sicuro di diventare sindaco che, si può notare dal suo programma sull’Albo Pretorio, ha cancellato con una barra la parola “candidato”, lasciando solo la parola sindaco, con sotto la sua firma. Le idee di Malucelli possono anche essere buone, ma ha scarso seguito, non diventerà sindaco di Cento.

Fabrizio Toselli, definito dal Mensile Cento per Cento “IL MESSIA”. Toselli sindaco di Sant’Agostino si dimette per correre a sindaco di Cento, perché da alcuni presunti sondaggi che non sono mai stati pubblicati si è notato che il 40% dei votanti centesi lo “marcherebbe” sulla scheda elettorale. Toselli, che si definisce “pubblico amministratore”  e non Sindaco abbandona Sant’Agostino 6 mesi prima del Referendum per l’annessione con Mirabello. Due liste civiche lo sostengono, si vocifera che “Cento Civica” sia la nuova “Alleanza Per Cento” che in passato creò cose buone ma altrettante sbagliate. Toselli viene definito dalle Lega Nord e Matterelli un esponente di sinistra travestito da civico. Il PD non ci sta, e respinge Toselli a destra. Insomma, che confusione!

Diego Contri, mai visto sulla scena politica centese negli anni scorsi. Imprenditore, facente parte di una delle famiglie che Mattarelli colloca nella setta dei “poteri forti”. Leggendo i Suoi articoli e guardando le Sue dirette, mi sono accorto che Contri promette un po’ troppe cose a molte persone, insomma il Comune di Cento non è poi così ricco. Museo del Carnevale, risolvere il problema delle fogne, sala polivalente a Corporeno etc etc… In pre campagna elettorale Contri era supportato da liste che ora sono magicamente scomparse, Per le Frazioni e Rinascita Socialdemocratica. La seconda non la conoscevo, per la prima ho notato che l’esponente di PF è ora collocato in Forza Italia. Nella Lega c’è un nome di prestigio, il secondo: il Consigliere Regionale dell’Emilia Romagna. Che sia lui il jolly di Contri per allacciare fitti rapporti tra Comune e Regione? Facendo un commento sulla persona, Contri non mi sembra in grado di fare il Sindaco, in una intervista Web di un sito Suo concorrente caro Direttore, Contri ha letto un foglio pre compilato e non ha mai parlato di sua spontanea volontà. Lega, FI, Noi Che e Progetto Centese, con che punti di riferimento hanno scelto Contri?

Piero Lodi, sindaco uscente e riconfermato dal PD. Piero Lodi sappiamo come agisce, lo conosciamo tutti. Sento molte persone dire: “Io voto Piero perché lui è l’unico che può dare continuità al progetto che ha intrapreso”. Lodi, come Renzi è amante degli “hashtag” positivi. -Rapina alla posta di Renazzo, colpo fallito #RenazzoèMigliore-   Oltre alla sua positività Lodi ha iniziato un progetto molto molto interessante, e speriamo che sia completato presto, la video sorveglianza delle targhe delle auto in entrata e uscita dal Comune di Cento. Sono un po’ meno entusiasta della coalizione di Sinistra. Civitas, bel progetto, senza ombra di dubbio. Lista di giovani.. fino alla presentazione delle liste. Nella lista è presente una ex assessore comunale e una ex consigliere comunale, non propriamente giovanissime (scusate signore, ma era un appunto che dovevo fare). Credevo che il Partito Socialista Italiano fosse decaduto per merito di Di Pietro, Colombo e Davigo. Invece no, a Cento esiste ancora ed ha raggiunto il numero massimo di componenti (24) !

Come ha potuto vedere caro Direttore, mi sono soffermato sui 3 candidati più papabili di vittoria.

Un ultimo punto, che a me preme molto, ho notato sulle varie pagine Facebook dei candidati, che una persona chiedeva cosa facessero nel caso che dovessero celebrare una Unione Civile. Solo il Sindaco Lodi ha risposto, gli altri candidati cosa ne pensano? Hanno paura di esporsi?

Grazie Direttore per lo spazio che magari mi concederà su Suo sito, i miei dubbi li vorrei condividere con tutti i centesi.

 

Un cittadino Centese con molti dubbi sui candidati sindaci delle Elezioni 2016.