• Mer. Set 28th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Marco Mattarelli (Noi Che..): “Cento ha bisogna di una politica indipendente, credibile, trasparente”

DiGiuliano Monari

Dic 15, 2014

marco mattarelli2011-1-picIl consigliere di Noi Che in consiglio comunale a Cento traccia un bilancio dell’attività politica dall’inizio della sindacatura Lodi e risponde ad alcune domande:

D : tre anni in consiglio comunale , con un terremoto di mezzo , impressioni ?
Il grande lavorio come consigliere di minoranza è stato sterile. Nessuna delle proposte fatte è stata presa in considerazione dalla amministrazione Lodi, tranne una. Anzi spesso il dibattito consiliare è assente , l’economia in continuo calo e il comune non dedica risorse al rilancio , in bilancio ci sono solo 265.000€ Per le attività produttive ,in compenso aumentano le tasse locali e le tariffe cmv, non cala la spesa corrente , si finanzia con 515.000 € la fondazione teatro e il sindaco vuole comprare palazzo PANNINI con 850.000€ mentre i palazzi pubblici danneggiati restano fermi nel loro tetro immobilismo.
D: la giunta continua ad annunciare scuole nuove che ne pensa?
La scuola in legno di CORPORENO costerà 6,552 milioni di € di affitto in nove anni più il prezzo di acquisto finale, le suole in legno di Reno centese e XX morelli costeranno circa 6,5 milioni , pagate in parte con il rimborso di 2,6 milioni della assicurazione sugli immobili comunali danneggiati dal Sisma , in parte, 4,7 milioni , con i fondi destinati alla riparazione delle scuole danneggiate ( Reno centese, rodari, XX morelli, don Milani di CORPORENO ,  alberone ) .  Non si capisce perché le pascoli siano ancora ferme ed è questo il quesito più attuale in merito alle scuole.
Il risultato finale in termini di costi reali si vedrà solo fra anni essendo quegli immobili in legno e soggetti perciò ad una manutenzione molto più costosa.
D: il bilancio però è in equilibrio , lei che ne pensa ?
In qualità di presidente della commissione bilancio ho proposto un “una sintesi guidata dei conti del comune” in cui si evidenza che le tasse pagate dai centesi sono 23,7 milioni di € (20,3 nel 2013) e le spese correnti 36,2. La differenza fra 23,7 e 36,2 è coperta da rette per i servizi a domanda individuale ( mense,asili, trasporti scolastici, ecc) e trasferimenti di soldi dallo stato e dalla regione . È questo il vero quesito per il futuro : a fronte di una riduzione costante dei trasferimenti di denaro vista la situazione del bilancio statale , come copriremo questa differenza ? Potremo permetterci di coprire solo al 30% i costi dei servizi tipo mensa, asili, trasporti scolastici ecc, ? Inoltre se consolidiamo il bilancio del comune con quello della cmv servizi srl registriamo 57 milioni di debiti finanziari , e 12,3 milioni di costo del personale.
D: ha detto che solo una sua proposta è stata accettata, quale ?
Un ODG sullo stato dell’economia e sulla salvaguardia delle nostre banche locali.
In particolare sono stato delegato dalla città ha presentare l’ODG alle banche di Cento per sensibilizzare i cda delle stesse sulla necessità di mantenerle libere e indipendenti. Temo che ciò sia sempre più difficile ma credo che la città debba aprire un dibattito su questo tema per sensibilizzare la cittadinanza sulle sue banche
D: un ultima domanda , cosa ne pensa della situazione politica della città ?
Cento ha bisogna che la politica torni ad essere animata da indipendenza dai poteri economici , credibile in quanto autorevole, trasparente fino all’eccesso in quanto il livello di corruzione che si sta rivelando sempre più insopportabile allontana inesorabilmente la gente dalle istituzioni .
A Cento poi il centro destra deve tornare ad essere unito e credibile come lo fu fino al 2005. Da allora è disarticolato, politicamente inesistente, privo di iniziative politiche degne di questo nome , sostanzialmente morto. Questo stato comatoso del centro destra è voluto da coloro i quali ne traggono dei vantaggi personali e di potere e che sperano di dimostrare che il centro destra liberale non esiste. Invece a cento si può essere alternativi al PD .  La storia della città lo insegna.
Io mi sto impegnando per questo progetto. Per me la politica  è questo , non affari .

Lascia un commento