• Sab. Dic 3rd, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Marco Pettazzoni (LN): “chiediamo un’audizione in commissione v alle forze dell’ordine, per il clima di insicurezza diffusa, che ha raggiunto livelli inaccettabili”

DiGiuliano Monari

Nov 17, 2015

marco pettazzoni150La Lega Nord chiede alle istituzioni regionali che siano convocati in Commissione V (la quale si occupa delle questioni della legalità) i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e quelli dello Stato, presenti sul territorio regionale, in quanto i casi di delinquenza sul territorio hanno raggiunto livelli preoccupanti.

Marco Pettazzoni passa dalle parole ai fatti, dopo avere nelle scorse settimane lanciato l’allarme sulla sicurezza. Dopo gli episodi delle donne, barbaramente picchiate (con un decesso) a Renazzo (Fe) e vedendo l’escalation di episodi di criminalità, ha chiesto un’audizione, in Commissione V (la quale si occupa delle questioni riguardanti la legalità), ai rappresentanti dello Stato e delle Forze dell’Ordine per fronteggiare il fenomeno: «La mia richiesta inviata al presidente della Commissione V, Giuseppe Paruolo – spiega il consigliere regionale della Ln, Marco Pettazzoni – intende mettere l’accento sul problema dell’insicurezza diffusa, da parte dei cittadini, per via dei numerosi casi di furti sul territorio regionale, perpetrati in vari modi (dalla truffa agli anziani, allo scippo, fino all’incursione dei ladri nelle abitazioni, ed ai danneggiamenti e furti compiuti sulle auto in sosta); senza contare il gravissimo caso delle donne barbaramente picchiate dai rapinatori, nella loro abitazione di Renazzo.» Il sentimento di crescente insicurezza che si è insinuato nell’opinione pubblica è, secondo Pettazzoni, la spia dell’allarme sociale in atto. «Per chiarire tale situazione – dice Pettazzoni – chiediamo che siano convocati i vertici delle Forze dell’Ordine e i rappresentanti dello Stato, presenti sul territorio regionale, affinché vengano a relazionare in Commissione V, sull’attività di contrasto intrapresa e sulle contromisure possibili, per arginare il fenomeno.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.