• Mar. Giu 18th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

Matteo Mecacci in vista della trasferta contro la Luiss Roma:

Adesso entriamo nell’ultima settimana di lavoro dell’anno. Un anno molto lungo, a tratti sicuramente pesante ma chiuso fortunatamente nella maniera che tutti volevamo, quindi è normale che sia scesa un po’ l’adrenalina, la tensione agonistica. Detto questo, dobbiamo cercare di fare gli ultimi sette giorni nella maniera migliore possibile, sapendo non è facile ora trovare le motivazioni, non avendo giocatori a disposizione, però diciamo che la soddisfazione per quello che è stato fatto è sicuramente tanta. Il momento appieno dobbiamo essere bravi a godercelo dopo il 9 giugno. Ci sono poi tre ragazzi con percorsi differenti: Magni oggettivamente è più giovane, mentre gli altri due avevano assaggiato un po’ di categorie senior, mentre Magni aveva giocato solamente in promozione, o comunque in campionati più bassi. Cerchiamo di proteggerli, non vogliamo che facciano brutte figure perché fisicamente non è questo il campionato che fa per loro, ma allo stesso modo loro mi sembra che emotivamente non siano scesi in campo spaventati a Chiusi, cosa che mi fa molto piacere perché se ci sarà la possibilità di ridargli un minutaggio consistente, anche per non tirare il collo agli unici superstiti, sarebbe meglio. Gli acciaccati? Difficile che possano recuperare.-