• Mar. Dic 6th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Poggio Renatico: I carabinieri hanno denunciato un pregiudicato 50enne per furto aggravato – Altre denunce in provincia

DiGiuliano Monari

Ago 26, 2015

carabinieri poggioI carabinieri di Poggio Renatico hanno denunciato in stato di libertà all’A.G. C.D., 50enne pregiudicato  romeno, per furto aggravato, in quanto in un supermercato del luogo si impossessava di vari prodotti alimentari che occultava sotto la maglia. La refurtiva, di modesto valore economico, è stata restituita al titolare dell’attività.

A Bondeno, i carabinieri hanno denunciato all’A.G., per violazione della normativa sul soggiorno degli stranieri, tre pregiudicati marocchini. Si tratta di E.N.M., 45enne, E.M. e di M.K., entrambi 47enni, domiciliati  nella provincia di Bologna, che, sottoposti a controllo mentre procedevano a bordo di un’autovettura di proprietà del 45enne, non esibivano ai militari i documenti di soggiorno sul territorio italiano.

A Sant’Agostino, i carabinieri hanno segnalato  all’A.G. e all’Autorità amministrativa  Y.P.G., 27enne commerciante cinese che, all’interno del suo bar continuava a somministrare bevande alcoliche a persona già in evidente stato di ubriachezza. L’uomo, peraltro, uscendo dal bar creava grave pericolo alla circolazione stradale camminando a piedi sulla vicina strada provinciale. Bloccato  dai militari intervenuti su richiesta telefonica di alcuni automobilisti ed affidato poi  al personale sanitario del 118   veniva trasportato presso l’ospedale di Cento. Il titolare dell’attività commerciale rischia ora la sospensione della licenza.

A Bondeno, a conclusione di indagini, i carabinieri hanno denunciato all’A.G., per furto con destrezza, C.C., 35enne pregiudicato campano residente a Finale Emilia. L’uomo, la mattina del   22 agosto 2015, si avvicinava ad un anziano per strada e, dopo avergli regalato della frutta, con la scusa di salutarlo, lo abbracciava rubandogli  il portafogli contenente la somma di euro 600, che aveva appena ritirato dall’ufficio postale, per poi allontanarsi a bordo di un’autovettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.