• Dom. Giu 16th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

Bocce e scuola, binomio vincente

DiGiuliano Monari

Apr 9, 2016
bocce e scuoleSono sempre di più i bambini che si avvicinano a questo sport, che si presenta ai giovani nella sua veste più moderna.

I progetti FIB Junior, promossi dalla Federbocce nazionale e approvati CONI-MIUR, sono in dirittura d’arrivo anche in provincia di Ferrara. Coordinati dal tutor regionale Andrea Mazzoni, che si è avvalso della collaborazione di tecnici FIB qualificati e di laureati in scienze motorie, FIB Junior ha promosso lo sport delle bocce durante le ore di educazione fisica in 30 classi di 6 Istituti situati in prossimità di società bocciofile affiliate al Comitato boccistico di Ferrara. I progetti prevedono la presenza dell’insegnante di educazione fisica e dell’esperto FIB, che collaborano proponendo agli alunni, che hanno tra i 6 e i 14 anni, esercizi e giochi che sollecitano lo sviluppo di capacità motorie e relazionali. Il miglioramento del lancio di precisione, anche in abbinamento alla corsa, ma anche il rispetto delle regole, dei compagni e dell’insegnante, sono tra gli obiettivi didattici del progetto, che nel 2016 ha coinvolto oltre 20.000 alunni in tutta Italia, di cui 600 nelle scuole del ferrarese. Il prossimo 12 maggio si svolgerà la fase comunale di FIB Junior, a cui parteciperanno le scuole Mosti, Poledrelli e Carmine Della Sala. A Malalbergo, al termine del primo progetto avviato in collaborazione con la società La Fontana (affiliata al comitato estense), è nata una vera scuola bocce. Ogni settimana 7 piccoli boccisti si allenano con l’obiettivo di scalare le classifiche regionali under12. Ad Argenta, dove il progetto era stato avviato anche l’anno scorso, 10 nuovi giocatori si sono aggiunti ai 4 agonisti junior della società Argentana, rafforzando così un organico di under15 molto competitivo. A Porotto, l’ultimo a concludersi, il mese di maggio proporrà lezioni in orario extrascolastico al termine del progetto. A Ferrara, dove il centro di avviamento alle bocce è già attivo da anni, il ricambio generazionale è garantito dalle nuove leve, una decina di under12 che formano un gruppo compatto e motivato. Per dare l’opportunità a sempre più bambini di avvicinarsi al gioco delle bocce, le lezioni raddoppiano: ogni martedì, sulle corsie del Circolo di Viale Orlando Furioso, ci sarà spazio per un altro gruppo di giovanissimi. Abbiamo chiesto a Mazzoni, istruttore e coordinatore dei progetti, i motivi di tanto successo per lo sport delle bocce: “è un gioco di precisione, di concentrazione, ma proponiamo allenamenti completi con percorsi e giochi di abilità. Per questo riusciamo a coinvolgere tanti bambini che vogliono provare qualcosa di diverso. Anche i genitori si appassionano e, con un iscrizione veramente economica, possono giocare assieme ai propri figli al termine delle lezioni, o durante gli orari di apertura delle bocciofile. Il progetto è pensato per essere del tutto sostenibile anche per le tasche delle famiglie”. Ma quanto spende una famiglia per iscrivere il proprio figlio a bocce? “FIB Junior (il progetto in orario scolastico) per le scuole e per le famiglie è totalmente gratuito, mentre per chi si iscrive ai corsi pomeridiani – 1 o 2 lezioni settimanali – il costo varia da 0 a 15 euro mensili, comprensivi di attrezzatura, maglia e borsa della squadra scelta. A Ferrara, ad esempio, siamo tra gli sport meno costosi in assoluto. I nostri genitori pagano solo 10 euro al mese e i ragazzi si divertono, mentre le spese vive del Circolo sono coperte dalla quota di iscrizione” Quanti bambini giocano a bocce in provincia? “Tra i 6 e i 18 anni abbiamo una quarantina di ragazzi. Al momento circa 3 su 4 sono maschi, ma vogliamo livellare questa differenza, in quanto il gioco è particolarmente adatto anche alle femmine… le nostre atlete vincono titoli europei e mondiali, quindi dobbiamo lavorare per il ricambio generazionale”. Prossimi appuntamenti per gli juniores? “Campionati regionali, Coppa Italia per i più bravi e alcune gare giovanili per tutti. Speriamo di portare a casa qualche risultato”. L’invito è quindi rivolto a tutti per le prime due lezioni gratuite, il martedì 12 e 19 aprile a Ferrara dalle 17 alle 18.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.