• Mar. Ago 9th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

La Protezione Civile ha attivato la fase di preallarme per avverse condizioni meteo: interessati ancora i bacini del Secchia e del Panaro

DiGiuliano Monari

Gen 30, 2014

3
La Regione Emilia-Romagna ha attivato questa mattina la fase di preallarme, a causa delle piogge che stanno cadendo e cadranno nei prossimi giorni sui territori già colpiti dall’emergenza idraulica della scorsa settimana. Il preallarme riguarda il fiume Panaro (Comuni di Modena, Camposanto, Finale Emilia, Crevalcore, Bondeno, Bastiglia, Bomporto, Nonantola, Ravarino e Castelfranco Emilia) e il Secchia (Modena, Concordia, Novi, San Possidonio, Bastiglia, Bomporto, Carpi, Cavezzo, San Prospero, Soliera e Campogalliano). “A seguito delle diffuse e intense precipitazioni che stanno già interessando i bacini idrografici dei Fiumi Secchia e Panaro – scrive la Protezione civile in una nota – tenuto conto delle previsioni meteorologiche, stante le particolari condizioni di criticità ancora in essere a seguito delle ultime piene, si attiva la fase di preallarme”. In particolare sono possibili “allagamenti di aree golenali con potenziale interessamento di abitazioni o attività private”, il “raggiungimento dl livelli idrometrici elevati o molto elevati”, la “permanenza prolungata di livelli idrometrici tali da destare preoccupazione per possibili criticità arginali e di opere idrauliche” e la “chiusura di ponti”.

Lascia un commento