• Mar. Giu 25th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

LA TRAMEC VINCE IL “VALERIO MAZZONI” 2015

DiGiuliano Monari

Set 21, 2015
trofeo mazzoni 2015Di Michele Manni
La Tramec Cento si aggiudica la tredicesima edizione del “Valerio Mazzoni”, battendo la Broetto Virtus Padova per 71-56. Una prova convincente su ambedue i lati del campo quella dei biancorossi, nonostante l’assenza per infortunio di capitan Caroldi, in panchina ma soltanto per onor di firma. Dopo aver rifilato ben 24 punti a Rimini, la Broetto parte subito forte anche in finale: 6-0 al 3’, e difesa centese già in emergenza per il precoce raggiungimento del bonus e il terzo fallo personale di Infanti. La partita cambia in seguito al canestro da tre punti di Andreaus, che sblocca i padroni di casa e avvia un 13-0 che consente loro di mettere la freccia, all’interno di un break confezionato da Contento e Fontecchio. La Virtus si riavvicina in chiusura di prima frazione, ma la Benedetto XIV scappa in principio di secondo periodo e tenta la fuga a un paio di giri di lancette dall’intervallo lungo con Benfatto e Fontecchio (34-20). Nella ripresa gli ospiti si riportano a “-8” con Busca e Lazzaro ma Demartini e un immarcabile Benfatto ristabiliscono prontamente le distanze a favore dei locali, che a cinque minuti dalla conclusione volano a “+20” (67-47). Il finale è privo di colpi di scena: gli oltre cinquecento spettatori presenti al PalAhrcos applaudono Padova per aver comunque impensierito Cento e offerto sprazzi di bel gioco, ma la standing ovation finale è tutta per gli uomini di coach Albanesi, che si gode i progressi della sua squadra. Marco Contento si porta a casa il titolo di miglior giocatore della finale, mentre gli Old Lions avevano precedentemente premiato il team manager Michele Manni. Nella finale per il terzo e quarto posto, la Despar 4 Torri Ferrara sconfigge a sorpresa la NTS Informatica Rimini per 86-80, al termine di una gara che i romagnoli avevano in realtà condotto per 33’, trascinati da un sontuoso Tassinari. Determinante l’ultimo periodo, in cui gli emiliani hanno saputo annullare il parziale costruito in precedenza da Balic e Romano, portandosi sul “+4” con un ispirato Agusto e chiudendo i conti nel finale con Brandani e Chiusolo, dopo che i romagnoli avevano impattato a quota 75 coi canestri di Panzini e Signorini.

 

DESPAR 4 TORRI FERRARA-NTS INFORMATICA RIMINI 86-80
PARZIALI: 19-24, 18-24, 24-21, 25-11.
FERRARA: Chiusolo 11, Bergamin NE, Brandani 14, Govi, Parmeggiani 13, Lugli 6, D’Angelo NE, Martini, Pasquini 10, Bertocco NE, Agusto 22, Albertini 10. All. Cavicchioli.
RIMINI: Perez 2, Panzini 6, Signorini 4, Tassinari 22, Chiera 3, Egbutu NE, Balic 14, Foiera 9, Crotta 11, Romano 9. All. Mladenov.
ARBITRI: Giancecchi, Bianchi.
TRAMEC CENTO-BROETTO VIRTUS PADOVA 71-56
PARZIALI: 14-11, 24-14, 17-19, 16-12.
CENTO: Fontecchio 12, Contento 23, D’Alessandro 1, Demartini 10, Infanti 3, Pederzini, Benfatto 17, Andreaus 3, Locci 2, Caroldi NE, Stupazzoni. All. Albanesi.
PADOVA: Mabilia, Schiavon 3, Busca 9, Contin NE, Cecchinato 1, Canelo 11, Crosato 2, Lazzaro 19, Sabbadin 4, Tuci, Salvato 7. All. Friso.
ARBITRI: Azami, Meloni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.