• Mer. Apr 17th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

LETTERA: Matteo Veronesi (Presidente del Consiglio Comunale) “quello che non si farà o che si farà in ritardo ha come unico responsabile l’Amministrazione comunale”.

DiLettera al Direttore

Apr 30, 2021

In questi giorni tutta l’attenzione della stampa locale, sia cartacea che on-line, inevitabilmente è dedicata alla crisi politica del Comune di Cento ed alle problematiche legate all’approvazione del rendiconto 2020 e del bilancio di previsione 2021. Pochi hanno raccontato come stanno le cose realmente, tanti hanno invece preferito dare rappresentazioni parziali o addirittura distorte della realtà appellandosi al senso responsabilità dei consiglieri “dissidenti” paventando lo spauracchio del commissario prefettizio e del successivo blocco totale del comune. Così è partita la macchina del fango e la cascata di falsità ai danni di alcuni consiglieri comunali (in particolare i 4 del gruppo Coerenza Civica) poi la strategia architettata ad hoc che ha sfruttato la piazza ed i soliti “Yes man” che da giorni raccontano al popolo centese su ogni canale di divulgazione possibile quanto sia irresponsabile e addirittura un disonore NON approvare il rendiconto di esercizio 2020 perché altrimenti ne avrebbe un danno la Città. Nulla di più FALSO.
Ancora una volta si è appositamente scelto di utilizzare come megafono coloro che sono sempre pronti a sposare la soluzione più semplice, ma da vittime inconsapevoli contribuiscono a distogliere di fatto l’attenzione dai veri problemi. Questo avviene a Cento.
In un paese normale invece si sarebbe raccontato che il Comune di Cento è l’unico a NON avere un bilancio di previsione 2021 e che senza questo strategico e fondamentale atto il comune è fermo. Il bilancio di previsione generalmente va approvato entro il 31/12 ma a seguito della pandemia è stato prorogato prima al 31/03 e poi al 30/04. Mentre gli altri comuni della nostra Regione e le altre principali città d’Italia hanno approvato il previsionale oramai da settimane, qualcuno da mesi, a Cento siamo ancora indietro e solo ieri è arrivata una nuova proroga al 31/05.
È evidente dunque che quello che non si farà o che si farà in ritardo ha come unico responsabile l’Amministrazione comunale. Non altri. 
Nell’attesa che il sindaco e la Giunta spieghino i motivi di questo ritardo e del perché ancora una volta hanno preferito trincerarsi nel silenzio, in qualità di Presidente del Consiglio Comunale ritengo che questo non sia il clima adatto ad affrontare argomenti di tale portata e auspico quindi che certi atteggiamenti cessino immediatamente.
Un cordiale Saluto
Il Presidente del Consiglio Comunale
                Città di Cento
          Dott. Matteo Veronesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.