• Gio. Set 29th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

TENTATO FURTO IN TABACCHERIA: TITOLARE REAGISCE E LI METTE IN FUGA

DiGiuliano Monari

Dic 28, 2014

polizia1Di Giuliano Monari 

Alle ore 10.00 di ieri 27 dicembre 2014, la centrale operativa della Polizia di Stato diramava la nota di ricerca di un’autovettura Opel Corsa con a bordo un uomo ed una donna che si erano resi responsabili di un tentativo di furto presso all’interno di una tabaccheria di questa via Comacchio.

Infatti poco prima due persone erano entrate all’interno della tabaccheria per acquistare una stecca di sigarette. Ad un certo punto, mentre la donna distraeva la titolare, chiedendo informazioni su alcuni prodotti esposti all’interno della tabaccheria, l’uomo rientrava in possesso di una banconota di euro 20 che lo stesso aveva in precedenza estratto dai pantaloni per pagare le sigarette e contemporaneamente si allungava sul bancone, dietro al quale si trovava un cassetto  rimasto aperto, nel tentativo di sottrarre il denaro ivi contenuto. La reazione della titolare della tabaccheria induceva i malfattori a desistere ed a fuggire. La titolaredella tabaccheria,  classe 1959,  forniva agli Agenti della Polizia di Stato una dettagliata descrizione degli autori del tentato furto: l’uomo età 55/60 anni circa, altezza 1.60 mt circa, stempiato con capelli corti scuri leggermente brizzolati, barba incolta, indossante un giubbotto nero e pantaloni chiari, italiano; la donna più giovane rispetto all’uomo, capelli lunghi castani, età 40 anni circa, altezza 1.60 circa, indossante un giubbotto nero ed un pantalone nero con bande laterali fucsia, italiana. Grazie alla descrizione fornita e, soprattutto, al fatto che la donna riusciva a rilevare la targa dell’autovettura con i quali gli stessi erano fuggiti dopo il tentato furto, le Volanti della Polizia di Stato, rintracciavano gli autori del reato, (due nomadi: una donna di 46 anni di origini reggiane ed un uomo di 62 anni di origini rodigine – entrambi pluripregiudicati), in via delle Bonifiche presso il campo nomadi. Essendo i due soggetti perfettamente corrispondenti alle descrizioni fornite dalla titolare della tabaccheria, venivano accompagnati negli uffici della Polizia di Stato per gli accertamenti del caso, e denunciati per tentato furto in concorso.

Lascia un commento